Servizio Pubblico - Puntata Completa del 2/12/2011

La puntata completa di seguito




Sotto i vari spezzoni commentati


Silvio Berlusconi, alla conferenza stampa di presentazione del libro di Angelino Alfano, dichiara che la patrimoniale porterebbe il paese alla povertà. E la Lega è ancora un alleato di Berlusconi? "L'alleanza è finita", sostiene l'ex ministro Roberto Maroni, seduto al suo fianco. Intanto, Giuliano Ferrara critica il neo-premier Mario Monti. "Il giudizio alla fine sarà politico. Sarà capace di fare pesare la sua leadership in Europa?".

Cosa succederebbe se l'euro cadesse? E' una possibilità concreta o sono solo parole in libertà, prove di campagna elettorale? E il nostro sistema bancario è veramente così saldo? Le nostre banche sembravano solidissime, invece ora pare che siano a corto di liquidità. "Sono cavoli acidi", dice Michele Santoro. E cosa fanno i partiti? Tacciono.

"Pecorello Michele allora ci sei! Confessa i tuoi sbagli! O ci sei o non ci sei!" Al padre Indignato della Santa Indignazione girano i cordoni perché ora il clima è cambiato, e sembra che tutti vadano d'amore e d'accordo. Così, stavolta il terribile padre spedisce tutti in paradiso.

Intervento di Renato Brunetta durante la quinta puntata di Servizio Pubblico.






Filippo Milone è stato nominato sottosegretario alla Difesa nel governo Monti. Ma chi è Milone? E' un amico di Ignazio La Russa, che prima l'ha portato alle Poste, poi l'ha nominato consigliere personale del ministro della Difesa per la politica industriale. E adesso Filippo Milone ha fatto il grande salto.

Intervista a Jean Paul Fitoussi, di Giulia Innocenzi.



Intervento di Sergio Cofferati durante la quinta puntata di Servizio Pubblico.



Vanessa, studentessa di ventisette anni, ha le idee molto chiare. Il debito non l'ho creato io. "Perché dovrei pagarlo io?" Da sempre le chiedono sacrifici, ma lei non è disposta a piegare la schiena.


Questa è la storia di un cavallo, Toulon, e di una banca, l'Unicredit.
La Unicredit ha finanziato una società che possiede il cavallo. Questa società è di Salvatore Ligresti. Perché le vicende di questo cavallo si intrecciano con quelle di Salvatore Ligresti? Guardate questo reportage di Stefano Maria Bianchi e Giulia Bosetti.

Intervento di Massimo Giannini durante la quinta puntata di Servizio Pubblico




Tutti offrono la loro ricetta per la crisi. "Eppure io non ho ancora sentito Monti pronunciare le parole evasione fiscale." Per Nunzia Penelope ogni anno 120 miliardi di euro sono sottratti al fisco a causa dell'evasione fiscale. !20 miliardi che potrebbero aiutare a riempire le casse dello stato. Ma l'ex ministro Brunetta contesta le sue cifre.

Renato Brunetta ci spiega perché i tedeschi, che in un primo tempo non vedevano di buon occhio l'ingresso nell'euro, ora hanno cambiato opinione.


Michele Santoro, discutendo con Renato Brunetta a proposito dell'evasione fiscale, offre la sue versione dei fatti. La verità, dice Santoro, è che chi tocca che evade il fisco corre il rischio di perdere molti voti.

"Comanda il mercato!", sostiene l'ex ministro Brunetta. Invece, per Michele Santoro: "C'è gente che il mercato non sa neanche cos'è, e che si sveglia la mattina chiedendosi se il posto di lavoro ce l'ha ancora o no".

Mario Monti domenica mattina è andato dal barbiere Giuseppe, che ha aperto solo per lui. Il barbiere l'ha trovato molto sereno e sobrio. Travaglio racconta i primi giorni da neo-premier nella vita del senatore Mario Monti.

Jean Paul Fitoussi, autorevole economista francese e grande conoscitore dell'Italia, commenta lo stato dell'economia europea. "La recessione c'è già. Ci vuole una grande crisi e poi un lungo periodo di purgatorio per arrivare alla grande crescita." Una possibile soluzione per risolvere la crisi del debito potrebbe essere il prestito forzoso, dice Fitoussi. "il nostro sistema non è sano, il capitalismo è malato e la disuguaglianza aumenta." Così si rischia di arrivare ad una vera rivoluzione, minaccia Fitoussi.

Brunetta definisce "guitto" Santoro, "io non me la prendo", risponde Michele.




"Come fa uno studente ad entrare nel mondo del lavoro con 15.000 euro di debito prima ancora di cominciare?" si chiede Marta Canino, studentessa dell'Università di Venezia. Alessandro Profumo, ex amministratore delegato di Unicredit, parlando agli studenti di Venezia, ha affermato: "A causa della crisi l'università dovrà essere per una élite che guiderà il paese". E Marta si è indignata.
Ferdinando Polegato, del comitato "I grembiuli", protesta contro il fisco e equitalia. Dopo 44 anni di lavoro aveva deciso di mettersi in proprio. Assieme a sua moglie aveva aperto un piccolo ristorante. Il fisco, sulla base del redditometro, gli ha contestato un'evasione di 45 mila euro. Ora è arrabbiato. altro
Anna Maria Baldino ha un piccolo ristorante. A causa degli studi di settore, si ritrova a dover pagare 7.000 euro ad Equitalia. "I grandi evasori hanno messo i soldi da parte, io invece no". Come farà adesso?   
Questa è la storia di un cavallo, Toulon, e di una banca, l'Unicredit.
La Unicredit ha finanziato una società che possiede il cavallo. Questa società è di Salvatore Ligresti. Perché le vicende di questo cavallo si intrecciano con quelle di Salvatore Ligresti? Guardate questo reportage di Stefano Maria Bianchi e Giulia Bosetti.

Gianni Dragoni, giornalista del Sole 24 ore, ci illustra come si costruisce una fortuna con le "scatole cinesi", complessi trucchi finanziari.


Quali sono i rimedi alla crisi proposti da Monti? Cosa farà l'opposizione? Si tornerà al baratto? E intanto che ne sarà di Berlusconi? Ce lo rivela Vauro con le sue illustrazioni.



Metatags: Santoro, Servizio pubblico, politica, berlusconi, travaglio, puntata, interviste, fatto quotidiano 

Nessun commento:

Posta un commento

Qui puoi lasciare un commento oppure dei suggerimenti