Animalista? PRRRRRRRRRRRR!!!!!!! E andate a.....

Penso che di sicuro ci sarà una gra sfilza di animalisti che difenderanno i poveri cani randagi che non possono, in nessun caso, a detta di questi estremisti, uccisi.

Buona lettura

Un uomo è stato trovato morto questa mattina in un piazzale di una ditta di autotrasporti lungo via dell'Arnaccio a Biscottino, al confine tra Livorno e Pisa.
IL CORPO. L'uomo, un camionista di 50 anni originario della Sicilia, è stato trovato morto questa mattina intorno alle 10.45 dall'impiegata di un'impresa di pulizie.
I CANI RANDAGI. Al momento del ritrovamento, sul corpo stavano infierendo alcuni cani randagi. Resta ancora da chiarire se l'uomo sia morto per un malore e poi attaccato dai cani oppure per le ferite provocate dai morsi dei randagi che lo avrebbero attaccato mentre lavorava vicino al camion.

Notizia presa da qua:

Umor - L'acqua e la pipi

La moglie da diversi giorni, causa problemi di salute, beve continuamente acqua con conseguenti dipartite al bagno.


Il marito infastidito della cosa, vedendo la moglie bere una bottiglia intera d'acqua e subito dopo dirigersi al bagno per fare pipi, gli dice.
"Scusa cara" le dice il marito stizzito "invece di bere l'acqua e scappare di corsa in bagno non faresti prima a versare direttamente la bottiglia nel cesso?"

"Ma che dici?" controbatte la moglie.

 Ed il marito " Beh, dicevo così perchè il risultato sarebbe perfettamente lo stesso ma almeno ci si risparmierebbe l'acqua dello sciacquone...."

<---------->

Barzelletta inventata da me mezz'ora fa....

Haarp - sensori nanometrici diffusi dagli usa

"...Lydia Mancini ha indagato alcuni degli aspetti delle scie chimiche in relazione al controllo mentale ed ha trovato una delle tessere finali del mosaico: l’aeronautica militare statunitense ha studiato come diffondere sensori nanometrici tra la popolazione per mezzo del cibo, dell’acqua e dell’aria, di modo che questi sensori penetrino nell’organismo... "

 Notizia presa da qua:

www.tankerenemy.com/2012/02/scie-chimiche-e-homo-novus.html

Economia - reddito medio italiano rispetto ad altri paesi

"L'Italia con 23.406 euro all'anno di reddito lordo è fanalino d'Europa. Ci superano Cipro (24.775 euro), ma anche la Grecia in default (29.160 euro) e l'rlanda in profonda recessione (39.858) che quasi ci doppia! Ci lasciamo alle spalle solo Malta, Slovenia, Slovacchia e il Portogallo."

La notizia completa presa dal blog di beppegrillo:

http://www.beppegrillo.it/2012/02/la_nuova_emigrazione/index.html

Proverbi - Il valore della verita'

"Il reale vantaggio della verità è che quando un'opinione è vera la si può soffocare una, due, molte volte, ma nel corso del tempo vi saranno in generale persone che la riscopriranno, finché non riapparirà in circostanze che le permetteranno di sfuggire alla persecuzione fino a quando si sarà sufficientemente consolidata da resistere a tutti i successivi sforzi di sopprimerla." John Stuart Mill

HAARP - Un testimone dice che sono diffusori e non sensori

Mi sembra giusto segnalare un articolo che riporta che un testimone oculare ha potuto verificare che i sensori negli aerei non sono tali ma sono diffusori per le famose irrorazioni chimiche e relative sciee.

Ecco alcune foto ed il relativo articolo:









L'angolo di Flo - Torta di mele ed amaretti

Torta di mele ed amaretti

Ingredienti

100 gr di burro 
100 g di zucchero a velo
1 limone grattugiato
2 uova
1 pizzico di sale
200 g di farina 00
100 g di amaretti sbriciolati
3 mele
1 busta di lievito vanigliato

procedimento

Lavorare il burro a crema ed aggiungere lo zucchero a velo, il limone grattugiato, le uova, un pizzico di sale, la farina setacciata, 50 grammi di amaretti sbriciolati, 2 mele tagliate a dadini o il lievito setacciato.

Mettere l'impasto in una tegli quadrata imburrata e infarinata, livellare e per disporvi la mela rimasta e gli altri amaretti sbriciolati sulla superficie. Infornare a 180° per 25 minuti.

Se gradite a fine cottura spolverate con zucchero a velo.

L'angolo di Flo - Risotto Radicchio e gorgonzola

Risotto radicchio e gorgonzola:

Ingredienti

250 grammi di riso soma
70 grammi di burro
1 bicchiere di vino bianco
1 cipolla dorata
200gr di radiccio rosso
150 grammi di gorgonzola
2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato
sale
pepe

Procedimento

In una pentola antiaderente mettete il burro la cipolla tritata e lasciate dorare.
Aggiungete il radicchio tagliato a listelle e fatelo insaporire e appassire.
Unite il riso, quando è ben tostato aggiungete il vino e fate evaporare, continuate la cottura del riso per 18 minuti aggiungendo un po' per volta dell'acqua. Salate e pepate. Quando sta per giungere alla fine della cottura il riso, aggiungete il gorgonzola e il parmigiano, mescolate bene e servite



L'angolo di Flo - La marmellata di kiwi

Ecco la ricetta per fare la marmellata di kiwi:

Ingredienti:

2 Kg di kiwi
1 Kg di zucchero
1 limone

procedimento:

Sbucciate i kiwi e tagliateli a pezzetti. Metteteli in un tegame antiaderente con lo zucchero e il limone spremuto, cuocete a fuoco lento per un'ora continuando a mescolare finchè la marmellata no prende la giusta consistenza. Versatela ancora calda nei barattoli di vetro e chiudeteli solo quando si sarà raffreddata


Haarp - Alcune notizie interessanti

Tratto dal seguente articolo:


"H.A.A.R.P. è solo uno dei numerosi trasmettitori di onde E.L.F. installati in tutto il mondo. Solo gli Stati Uniti ne contano tre: uno a Gakona ed uno vicino a Fairbanks, in Alaska ed un altro ad Arecibo, in Puerto Rico. La Russia ne ha installato uno a Vasir Surks, nei pressi di Nižni Novgorod e l'Unione Europea nei dintorni di Tromso, in Norvegia. Sfruttando un'azione congiunta questi trasmettitori sono potenzialmente in grado di alterare il clima di qualunque area del pianeta, modificando radicalmente la traiettoria delle correnti a getto ed innescando temporali catastrofici o tremende siccità."

"Quale vantaggio hanno tratto i globalizzatori dall’ondata di gelo che si è abbattuta su alcuni paesi d’Europa: raffreddando l’area mediterranei, si è aumentata la temperatura della regione artica dove normalmente serpeggiava la corrente a getto, prima che venisse manipolata. Lo scioglimento della banchisa polare si è così accelerato, liberando dai ghiacci vaste aree sotto le quali sono ubicati ricchi giacimenti di gas naturale e di petrolio. Si mostrano poi le immagini di mastondici iceberg che si staccano dal pack, di orsi intrappolati su piccoli blocchi di ghiaccio, circondati dall’acqua del disgelo, per inculcare il convincimento del cosiddetto effetto serra provocato dal biossido di carbonio. Così al danno si aggiunge la solita menzogna.

Intanto la crisi stritola molte nazioni: il freddo intenso ha aggravato una situazione già difficile e generato problemi abnormi. Sappiamo che per i governi i problemi sono altrettante occasioni di centralizzazione del potere, ma questo è un altro discorso... o no?"

Servizio Pubblico - Travaglio parla di Celentano il 23/02/2012



Ecco Gli stipendi dei manager pubblici

Dal capo della Polizia, che prende l'equivalente di 50 mila Euro al mese
ai 18 mila del presidente dell INPS

Dietro Manganelli seguono Mario Canzio, ragioniere generale dello Stato (562.331,86 euro); Franco Ionta, capo dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (543.954,42 euro); Vincenzo Fortunato, capo di gabinetto del ministero dell'Economia (536.906,98 euro).

Online i redditi di Gianfranco Fini. Intanto, anche il Presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha pubblicato i suoi redditi sul sito della Camera, nella sua pagina da deputato, rendendo disponibili le dichiarazioni dal 2008 al 2011. Da cui si può notare come l'incarico di terza carica dello Stato abbia portato al leader di Fli un aumento di quasi 100mila euro in quattro anni. Nell'ultimo 730, relativo ai redditi del 2010, il presidente della Camera ha dichiarato un reddito imponibile di 201.115 euro, nel 2009 di 186.563 euro, nel 2008 di 142.243 euro, nel 2008 di 105.633 euro. Sempre dalla dichiarazione del 2008 emerge che Fini è proprietario di una mini cooper del 2006, di una smart del 2006 e di un'audi s4 cabriolet del 2007.


La lista:

1 - Antonio Manganelli, capo della polizia: 621.253,75
2 - Mario Canzio, ragioniere generale dello Stato: 562.331,86
3 - Franco Ionta, capo dipartimento dell'amministrazione penitenziaria: 543.954,42
4 - Vincenzo Fortunato, capo di gabinetto del ministero dell'Economia: 536.906,98
5 - Biagio Ambrate Abate, capo di stato maggiore della difesa: 482.019,26
6 - Raffaele Ferrara, direttore monopoli di stato: 481.214,86
7 - Giuseppe Valotto, capo di stato maggiore esercito: 481.021,78
8 - Bruno Branciforte, capo di stato maggiore marina: 481.006,65
9 - Giovanni Pitruzzella, Antitrust: 475.643,38 (gli altri componenti 396.379.00)
10 - Pier Paolo Borboni, presidente Energia e gas: 475.643,00 (gli altri membri 396.379,00)
11 - Corrado Calabrò, presidente Agcom: 475.634,38 (gli altri membri 396.369,44)
12 - Leonardo Gallitelli, comandante dei carabinieri: 462.642,56
13 - Giuseppe Bernardis, capo di stato maggiore aeronautica: 460.052,83
14 - Claudio De Bertolis, segretario generale difesa: 451.072,44
15 - Giampiero Massolo, segretario generale affari esteri: 412.560,00
16 - Giuseppe Procaccini, capo di gabinetto ministero dell'interno: 395.368,40
17 - Giuseppe Vegas, presidente Consob: 387.000,00 (gli altri componenti 322.000,00)
18 - Mauro Nori, direttore generale Inps: 321.053
19 - Franco Gabrielli, capo della Protezione civile: 364.196,00
20 - Cesare Patrone, direttore generale del corpo forestale: 362.422,1321 - Giuliano Quattrone, direttore generale Inps: 333.416,97
22 - Massimo Pianese, direttore generale Inps: 322.841,14
23 - Maria Grazia Sampietro, direttore generale Inps: 314.371,92
24 - Gabriella Alemanno, direttore agenzia del territorio: 307.211
25 - Giuseppe Baldino, direttore generale Inps: 306.548,79
26 - Marco Di Capua, vicedirettore Agenzia delle entrate: 305.558,00
27 - Attilio Befera, direttore Agenzia delle entrate: 304mila
28 - Nino Di Paola, comandante guardia di finanza (in pensione): 302.939,25 euro fino al 19 agosto 2011
29 - Giuseppe Serino, capo dipartimento ministero politiche agricole: 300.753,00
30 - Enrico Giovannini, presidente dell'Istat: 270.000 euro
31 - Giuseppe Ambrosio, dg ministero politiche agricole: 297.500,00;
32 - Daniela Becchini, direttore generale Inps: 296.208,91
33 - Bruno Brattoli, capo dipartimento giustizia minorile: 293.029,60
34 - Antonio Mastrapasqua, presidente Inps: 216.711,67
 
Di seguito il documento ufficiale:

http://www.repubblica.it/politica/2012/02/23/news/tutte_le_retribuzioni_dei_manager_pubblici-30401743/?ref=HREC1-31

Servizio Pubblico - Intervista ad Adriano Celentano

Non conoscevo bene Adriano Celentano ma quello che dice quest'intervista la sottoscrivo al 100% sia circa a Famiglia Cristiana, Avvenire e tutto il resto, GRANDE!!!!!!



Servizio Pubblico del 23/02/2012 - Puntata 14




Vari spezzoni della puntata

Un giudice ha ordinato il ritorno al lavoro degli operai licenziati a Melfi. Ma un altro giudice ha condannato Corrado Formigli a pagare 7 milioni di euro per un servizio trasmesso su Anno Zero. Una sentenza che potenzialmente potrebbe dissuadere e scoraggiare i giornalisti dal fare bene il proprio lavoro. Le famiglie vittime dell'amianto invece sapete che risarcimento riceveranno? 30mila euro. Chiedo a Marchionne: pensate che dopo questa sentenza la FIAT risulterà più simpatica agli italiani? Si parla di diritto di critica... Io dico che la critica è necessaria. La FIAT può anche illudersi che la critica non sia necessaria. La Rai senza la critica morirebbe subito. La Rai ha bisogno del pensiero diverso e del talento per vivere.

Stefano Bianchi, Andrea Casadio e Francesca Fagnani esplorano Sanremo e interrogano i cittadini, i protagonisti del festival, i manovali ed i personaggi che si aggirano dietro le quinte di questo grande evento.


Carlo Freccero dice che la presenza di Celentano si è coniugata perfettamente con il festival di Sanremo. Questo festival è stato fatto da personaggi esterni alla Rai: Geppi Cucciari, Luca e Paolo. C'è un complesso di inferiorità della Rai rispetto agli altri canali televisivi. Norma Rangeri ritiene che il motivo di questa sceneggiata derivi dall'attacco di Celentano alla Chiesa. E Celentano è un credente, non un radicale... non è facile ignorarlo. Il suo intervento ha avuto grande effetto sul pubblico di un evento così popolare. La Rai è allo sbando e la presenza di Celentano è servita a far parlare di Sanremo e a tenere in piedi l'evento.

Belpietro dice che a Sanremo ha comandato lo spettacolo. E' stata una continua sceneggiata tra Mazza e Mazzi. Celentano lo conoscono tutti perché sono anni che crea polemiche con le sue prediche televisive. Lo spettacolo è riuscito, gli ascolti sono stati fatti e sono certo che Celentano non sarà punito: farà altri spettacoli e il polverone si disperderà. Lucia Annunziata sottolinea il fatto che la dirigenza Rai abbia confessato di non saper guidare l'azienda piuttosto che prendersi la responsabilità del proprio mestiere.

Di Pietro si domanda: "Celentano cos'ha detto di così strano?" In sostanza ha parlato dei referendum popolari ignorati dal governo ed ha raccontato una parte di verità che al sistema politico che gestisce la Rai non sta bene. Belpietro sostiene che l'unico modo per togliere i partiti dalla Rai è privatizzarla.

Stefano Bianchi e Francesca Fagnani interrogano i sanremesi e i protagonisti del Festival sul ruolo svolto da Celentano nel contesto dell'evento. Vittorio Sgarbi sostiene che Lorenza Lei ignorasse le intenzioni del cantautore; il direttore generale immaginava che avrebbe attaccato il Vaticano e i suoi giornali. Antonio Verro del CDA Rai dice che il servizio pubblico è lo specchio del paese, sia come gestione che come produzione. Mauro Mazza, direttore di Rai Uno, aggiunge: Celentano si è preso le sue libertà trasformandole talvolta in licenze. "Dei suoi sermoncini non resterà traccia", sottolinea.

Annunziata è critica sul destino della Rai ma comparata a Mediaset e a La7 è una grande azienda. La Rai non è da buttare e non è ingovernabile e non è giusto dire che è in balia dei politici. Le criticità della Rai non vanno estremizzate al punto tale da mettere a rischio il progetto. Norma Rangeri: la Rai produce poco e compra molto. Sta diventando sempre più simile a Mediaset. Per quanto tempo dovremo avere un servizio pubblico che non informa e non intrattiene?

Carlo Freccero: l'editto bulgaro è stato l'inizio della morte, la censura è una cosa mortale. La televisione commerciale è nata proprio sulla libertà editoriale. In Rai ha problemi industriali e problemi editoriali: una volta ogni rete Rai aveva la sua identità editoriale. Oggi è tutto appiattito. E' una TV da Alzheimer.

Quanto visto durante questo Sanremo è lo specchio della decadenza della RAI. Questa Rai non ha mai difeso i suoi successi. Non ha difeso Anno Zero, non ha difeso Saviano. Questa Rai non governa, non sa governare. C'è una grave incapacità nel servizio pubblico perché è corrotto dalla politica.

Di Pietro dice che la Rai deve rimanere un servizio pubblico. Mediaset è di Berlusconi ma la Rai è dei cittadini che pagano il canone. Il vero proprietario della Rai è il cittadino e dovrebbe essere il cittadino a scegliere il presidente della Rai. E il presidente della Rai non dovrebbe avere niente a che fare con la politica.

Freccero: quando Celentano parla di paradiso è come se parlasse della rivoluzione. E' la rivoluzione in cui credevamo noi. Il paradiso è la sua visione per superare la crisi. E' l'incarnazione di un sogno: la salvezza dall'inferno del mondo contemporaneo.

Celentano: rifarei e ridirei tutto quello che ho fatto e che ho detto. Finché i partiti continueranno a spartirsi la Rai ci saranno sempre pressioni su tutti i dirigenti. Alcuni giornalisti di Repubblica hanno cercato di bloccare la mia partecipazione al festival, dicendo che sono un "cretino di talento". Ma a me piace questa definizione: è come dire "folle di talento". Loro, però, sono persone di "talento cretino". I soldi che la RAI mi dovrà dare non sono dei contribuenti, ma sono miei. Come i soldi che un falegname prenderebbe per costruire un tavolo. Non credo che la Pivetti avrebbe fatto il 70% di share con punte di 17 milioni di ascoltatori. Il successo è bello ma non quanto una semplice partita a bocce con gli amici.

Annunziata si domanda: "chi è la Rai? Qual è la politica alla quale la Rai si è consegnata?". Forse la soluzione ideale sarebbe un governo tecnico alla Rai.


Dario Fo: noi attori sappiamo distinguere lo spettacolo improvvisato e quello organizzato dagli alti dirigenti. Celentano è il Candido di Voltaire: ride dopo essere stato deriso. Franca Rame: Celentano è il temporale della libertà.

Scoperta sensazionale: la Rai ha un condice etico! Scoperto con Milena Gabanelli, rispolverato con Santoro e infine rinvenuto ad hoc per Celentano. Sono tanti i politici che negli ultimi anni hanno criticato e condannato aspramente Famiglia Cristiana con parole durissime... eppure nessuno ha difeso quel giornale cattolico in quelle occasioni. Ma non finisce qui...

Boncompagni: Il mio sogno è arrestare tutti quelli coinvolti con Sanremo. Chiamare 50.000 poliziotti e arrestarli tutti, compreso San Remo. Arresterei anche Vespa e la criminologa. Tutti quelli che stanno in prima fila.








Travaglio - i 10 punti del fatto quotidiano

1) La prescrizione si interrompe al momento della richiesta del rinvio a giudizio o del rinvio a giudizio. Cancellata l’ex-Cirielli. 2) Il falso in bilancio torna a essere quello che era fino al 2001: reato di pericolo e non di danno, perseguibile sempre d’ufficio (senza bisogno di querela), senza soglie di non punibilità, senza esenzioni per i falsi qualitativi e con pene più severe di quelle precedenti, per consentire custodia cautelare e intercettazioni. 3) Per i reati fiscali pene più alte (con custodia cautelare e intercettazioni) e niente soglie di non punibilità. 4) Pene più alte anche per la corruzione, estesa anche ai casi dove non figura il pubblico ufficiale: cioè alle società private. 5) Viene istituito il reato di traffico di influenze illecite, per punire chi promette di spendere la sua posizione per influenzare decisioni della Pubblica amministrazione in cambio di soldi. 6) Viene istituito il reato di autoriciclaggio, per punire chi accumula o aiuta ad accumulare denaro illecitamente (con tangenti, evasione, estorsioni, traffici di armi, di droga, di esseri umani…) e poi provvede anche a nasconderlo o a reinvestirlo. 7) Il reato di abuso in atti d’ufficio torna alla versione pre-1997: è punito chi abusa del suo ufficio per favorire o danneggiare qualcuno anche senza finalità patrimoniali e le pene vengono aumentate per consentire custodia cautelare e intercettazioni. 8) Per garantire l’ “enforcement” (un’organizzazione adeguata a combattere questi reati, come ci chiede l’Ocse), nasce un’Autorità indipendente dai partiti per coordinare i vari organismi preposti all’accertamento (forze di polizia, Agenzia delle Entrate, Consob, Bankitalia) e garantire la trasmissione alla magistratura di ogni notizia di reato. Il denaro recuperato viene interamente devoluto all’autofinanziamento del servizio Giustizia. 9) Riforma del finanziamento ai partiti: divieto di ricevere denaro da società pubbliche o miste; liberi contributi da quelle private, purché registrati nei rispettivi bilanci (a partire da 5 mila euro, e non da 50 mila come ora); rimborsi elettorali pubblici condizionati alla documentazione delle spese sostenute (fatture, ricevute, scontrini) e sottoposti a un tetto massimo invalicabile. 10) Responsabilità giuridica dei partiti, con bilanci certificati e verificati dalla Corte dei conti, e con regole ferree di democrazia interna (tesseramento, congressi, primarie). Chi sgarra perde i rimborsi elettorali e paga multe salatissime. Cioè fallisce. Non sappiamo se questi dieci comandamenti siano di destra o di sinistra. Ma sappiamo che sono

19 milioni di pensionati e quattro milioni di dipendenti pubblici su 60,7 milioni di abitanti

copio ed incollo il seguente articolo dal blog di beppegrillo:

http://www.beppegrillo.it/2012/02/il_boom/index.html

Purtroppo sono tutte cose che razionalmente tornano benissimo... sigh...

"Se in Italia ci sono 19 milioni di pensionati e quattro milioni di dipendenti pubblici su 60,7 milioni di abitanti, allora quanti italiani devono pagare le tasse per mantenere in vita il 38% della popolazione escludendo bambini, studenti e disoccupati? Questo è il dilemma di Monti. Il problema è stato risolto dai precedenti governi con l'aumento del debito pubblico, ma il debito ora è bloccato. Monti sta spremendo come un limone la società produttiva, ogni categoria sociale, persino le tesorerie dei Comuni. L'Italia ha la tassazione più alta d'Europa, se Monti continuerà in questa direzione esploderà l'evasione. Infatti, meglio un evasore vivo di un contribuente morto e molti imprenditori stanchi di fare gli eroi stanno trasferendosi all'estero insieme ai loro capitali. Le tasse si possono solo diminuire, non aumentare. Gli aspiranti pensionati, in particolare i quaranta/cinquantenni, sanno che in pensione non ci andranno mai e si disputano i pochi posti di lavoro con i giovani, sempre più disoccupati. Ma questo Monti non lo sa... Le leve del debito e dell'aumento delle tasse non sono più utilizzabili mentre il gettito fiscale è destinato a diminuire drasticamente per il fallimento di decine di migliaia di imprese e per il mancato Irpef di un milione di disoccupati in arrivo. La spesa è in contrazione. L'unica alternativa per Monti è la rottura del Cerchio Magico dei pensionati e dei dipendenti pubblici che finora hanno sofferto la crisi meno dei privati. L'adozione della soluzione greca è inevitabile. Licenziamenti di decine di migliaia di dipendenti della Pubblica Amministrazione e taglio delle pensioni sopra a un certo tetto con l'introduzione della pensione massima che potrebbe essere di 2000 euro al mese.
Monti non ha scelta, ma preferisce non scegliere perché sarebbe subito defenestrato. Non gli è possibile neppure mettere mano alle Province. Ma il Cerchio Magico è destinato a rompersi. La clessidra non si può fermare. Intere aree del Centro Sud vivono di pubblica amministrazione e di pensioni. Non si lasceranno morire di fame per salvare le banche. I tesserati dei sindacati sono in prevalenza dipendenti pubblici e pensionati. La Confindustria rappresenta gli interessi di concessionari alla Marcecaglia e alla Benetton, incollati alla greppia dello Stato, i partiti responsabili del disastro vivono ormai solo negli annunci mortuari dei giornali camuffati da articoli. Il Paese è dentro una camicia di forza. Può succedere di tutto."

Servizio Pubblico - Puntata completa del 9/02/2012


 
Siamo davvero al fascismo finanziario? Per Giulio Tremonti, non era mai successo nella storia che la finanza si ponesse, come una divinità, sopra a tutto e tutti, cancellando il ruolo delle nazioni e della politica. Siamo al "si salvi chi può", o esiste un'uscita di sicurezza? Basterà, come suggerisce Tremonti, "mettere la ragione al posto dello spread, l'uomo al posto del lupo"? E cosa c'è dietro questa negazione del mercato e delle sue regole?


"L'uscita di sicurezza" è il titolo della tredicesima puntata di Servizio Pubblico, andata in onda giovedì 9 febbraio 2012.


Ospiti di Michele Santoro: l'ex ministro dell'Economia e delle Finanze Giulio Tremonti, il presidente di Rcs Libri Paolo Mieli, Luca Casarini, storico leader dei no global italiani, Emanuele Ferragina, ricercatore di Oxford.


In esclusiva, in anteprima tv per l'Italia, il documentario premio Oscar Inside Job di Charles Ferguson: un racconto della crisi finanziaria che, a partire dal 2008, continua a perseguitar... altro

Salute - Rimedi contro i geloni

Mi segno come promemoria alcuni rimedi contro i geloni:

- Non esporre mai le mani umide o bagnate a temperature rigide ed improvvise. Bisogna asciugare e coprire adeguatamente le mani, anche quando si esce all’esterno per pochi minuti.

- Indossare sempre guanti di lana o in caldo cotone, evitando quelli in fibre sintetiche.

- Evitare di mettere a contatto le mani con acqua troppo calda o troppo fredda, che può alterare i normali livelli di circolazione.

- Per favorire quest’ultima, possiamo prendere l’abitudine di massaggiare le mani, al mattino ed a sera, con un olio lenitivo alla mandorla o alla lavanda, con un decotto alle noci, dalle proprietà vasodilatatorie o anche con una buona crema emolliente, così da riattivare la circolazione nei capillari e mantenere la nostra pelle nutrita ed elastica.

- Bisogna osservare, infine, delle regole di vita salutari, bevendo almeno 2 litri di acqua al giorno, evitando fumo ed alcol, nemici della circolazione e svolgendo una regolare attività fisica.






- Uno dei classici rimedi della nonna consiste in un bel pediluvio in acqua tiepida, in cui sono state fatte bollire delle foglie di salvia (ottimo rimedio come tisana anche per curare il mal di pancia!), ne bastano 6-7 per ogni litro d’acqua, una volta al giorno. Tale soluzione può andare bene anche per i geloni alle mani.

- Per i geloni al naso può essere utile l‘alcol etilico, buono per strofinare e stimolare la circolazione (2 volte al giorno, ma poi va applicata una crema idratante). 

- In generale i massaggi vanno sempre bene sulla parte interessata, ma farli con particolari oli essenziali come la lavanda, l’iberico e la malaleuca, sembra essere veramente curativo. 

- Se invece si vuole una risoluzione drastica occorre utilizzare pomate al cortisone, capaci di contrastare l‘infiammazione.

-Dimenticavo: tra i rimedi tradizionali più efficaci sembra ci sia la pipì applicata localmente: pare proprio che l’urina sia la cura migliore per i geloni, anche se nessuno scienziato si è ancora preso la briga di capire come e perché! Di seguito, alcuni articoli correlati:

Religione - Messaggi di Medjugorie del 25 gennaio e 2 febbraio 2012

Ultimo Messaggio di Medjugorje
25 gennaio 2012 


"Cari figli! Anche oggi vi invito con gioia ad aprire i vostri cuori e ad ascoltare la mia chiamata. Io desidero avvicinarvi di nuovo al mio cuore Immacolato dove troverete rifugio e pace. Apritevi alla preghiera affinché essa diventi gioia per voi. Attraverso la preghiera l’Altissimo vi darà l’abbondanza di grazia e voi diventerete le mie mani tese in questo mondo inquieto che anela alla pace. Figlioli, testimoniate la fede con le vostre vite e pregate affinché di giorno in giorno la fede cresca nei vostri cuori. Io sono con voi. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. " 



Messaggio di Medjugorje, 2 febbraio 2012 
Apparizione a Mirjana


"Cari figli, da così tanto tempo io sono con voi e già da così tanto tempo vi sto mostrando la presenza di Dio ed il suo sconfinato amore, che desidero tutti voi conosciate. Ma voi, figli miei? Voi siete ancora sordi e ciechi; mentre guardate il mondo attorno a voi non volete vedere dove sta andando senza mio Figlio. State rinunciando a Lui, ma Egli è la fonte di tutte le grazie. Mi ascoltate mentre vi parlo, ma i vostri cuori sono chiusi e non mi sentite. Non state pregando lo Spirito Santo affinché vi illumini. Figli miei, la superbia sta regnando. Io vi indico l’umiltà. Figli miei, ricordate: solo un’anima umile brilla di purezza e di bellezza, perché ha conosciuto l’amore di Dio. Solo un’anima umile diviene un paradiso, perché in essa c’è mio Figlio. Vi ringrazio. Di nuovo vi prego: pregate per coloro che mio Figlio ha scelto, cioè i vostri pastori. "

Religione - Albert Einstein sull'esistenza di Dio

Albert Einstein sull'esistenza di Dio e sul perchè della creazione del male.


 Germania, primi anni del XX secolo.
Durante una conferenza tenuta per gli studenti universitari, un professore ateo dell'Università di Berlino lancia una sfida ai suoi alunni con la seguente domanda:
"Dio ha creato tutto quello che esiste?"
Uno studente diligentemente rispose: "Sì certo!".
"Allora Dio ha creato proprio tutto?" - Replicò il professore.
"Certo!", affermò lo studente.
Il professore rispose: "Se Dio ha creato tutto, allora Dio ha creato il male, poiché il male esiste e, secondo il principio che afferma che noi siamo ciò che produciamo, allora Dio è il Male".
Gli studenti ammutolirono a questa asserzione. Il professore, piuttosto compiaciuto con se stesso, si vantò con gli studenti che aveva provato per l’ennesima volta che la fede religiosa era un mito.
Un altro studente alzò la sua mano e disse: "Posso farle una domanda, professore?".
"Naturalmente!" - Replicò il professore.
Lo studente si alzò e disse: "Professore, il freddo esiste?".
"Che razza di domanda è questa? Naturalmente, esiste! Hai mai avuto freddo?". Gli studenti sghignazzarono alla domanda dello studente.
Il giovane replicò: "Infatti signore, il freddo non esiste. Secondo le leggi della fisica, ciò che noi consideriamo freddo è in realtà assenza di calore. Ogni corpo od oggetto può essere studiato solo quando possiede o trasmette energia ed il calore è proprio la manifestazione di un corpo quando ha o trasmette energia. Lo zero assoluto (-273 °C) è la totale assenza di calore; tutta la materia diventa inerte ed incapace di qualunque reazione a quella temperatura. Il freddo, quindi, non esiste. Noi abbiamo creato questa parola per descrivere come ci sentiamo... se non abbiamo calore".
Lo studente continuò: "Professore, l’oscurità esiste?".
Il professore rispose: "Naturalmente!".
Lo studente replicò: "Ancora una volta signore, è in errore, anche l’oscurità non esiste. L’oscurità è in realtà assenza di luce. Noi possiamo studiare la luce, ma non l’oscurità. Infatti possiamo usare il prisma di Newton per scomporre la luce bianca in tanti colori e studiare le varie lunghezze d’onda di ciascun colore. Ma non possiamo misurare l’oscurità. Un semplice raggio di luce può entrare in una stanza buia ed illuminarla. Ma come possiamo sapere quanto buia è quella stanza?
Noi misuriamo la quantità di luce presente. Giusto? L’oscurità è un termine usato dall’uomo per descrivere ciò che accade quando la luce... non è presente".
Finalmente il giovane chiese al professore: "Signore, il male esiste?".
A questo punto, titubante, il professore rispose, “Naturalmente, come ti ho già spiegato. Noi lo vediamo ogni giorno. E’ nella crudeltà che ogni giorno si manifesta tra gli uomini. Risiede nella moltitudine di crimini e di atti violenti che avvengono ovunque nel mondo. Queste manifestazioni non sono altro che male".
A questo punto lo studente replicò "Il male non esiste, signore, o almeno non esiste in quanto tale. Il male è semplicemente l’assenza di Dio. E’ proprio come l’oscurità o il freddo, è una parola che l’uomo ha creato per descrivere l’assenza di Dio. Dio non ha creato il male. Il male è il risultato di ciò che succede quando l’uomo non ha l’amore di Dio presente nel proprio cuore. E’ come il freddo che si manifesta quando non c’è calore o l’oscurità che arriva quando non c’è luce".
Il giovane fu applaudito da tutti in piedi e il professore, scuotendo la testa, rimase in silenzio.
Il rettore dell'Università si diresse verso il giovane studente e gli domandò: "Qual è il tuo nome?".
"Mi chiamo, Albert Einstein, signore!" - Rispose il ragazzo.

Umor - Temperature polari e calo di vendita del Viagra

Freddura:

Un amico, noto gigolo', dice all'altro:

"Lo sai che in questo periodo di crisi con questo freddo polare sono riuscito a far quadrare il bilancio familiare?"

" Ma che dici..." fa l'altro ....

"Certo, ho praticamente smesso di comprare il viagra, con questo freddo ce l'ho sempre duro come un "ghiacciolo"...."

"Non capisco come mai le mie amanti in questo periodo mi rimproverano di essere sempre "Freddo""...

P.S. Non sarà un granchè ma l'ho inventato oggi...

Servizio pubblico - Puntata completa del 2/2/2012 - 12° puntata

Ecco la dodicesima puntata Completa di servizio pubblico del 2 febbraio 2012:


Di seguito i vari spezzoni


Riferendosi alle misure del governo Monti, Eugenio Scalfari sente "risuonare nell'aria le note della Marsigliese: libertà, uguaglianza, fratellanza. Bisogna mettere al primo posto l'interesse del Paese". Ma guardate cosa è successo in Grecia e Portogallo, dove è stata applicata una politica all'insegna dell'austerità: crisi e recessione. E noi cosa dobbiamo fare? "Presidente Monti", domanda Michele Santoro, "non trova un po' monotono lasciarsi interrogare da trasmissioni così garantite? Non le viene voglia di provare un brivido da Servizio Pubblico?