Travaglio - Anno Uno - L'editoriale di Marco Travaglio : "Le Conversioni Renziane"


"I giornaloni che appoggiavano Monti che ci salvava da B., poi Letta che ci salvava da Monti, ora applaudono Renzi che ci salva da Letta, Monti e B. con l'appoggio di Letta, Monti e B. La stampa di destra è ancor più felice di quando vinceva B. Il Tempo: "Renzi il Conquistatore". Giornale: "Asfaltato Grillo". Ferrara si fa una pista di coca per la gioia. Leccando Renzi, è come se leccasse anche B. Come dice il proverbio: la lingua batte dove Renzi vuole"

Firenze - Uffizi, turista nudo davanti alla Venere del Botticelli

Ecco un turista nudo davanti alla Venere del Botticelli, speriamo che non si sia fatto anche una "pugnetta" che sennò ci può scappare anche al "fecondazione dell'ovulo".

Ecco il nostro "Sperminator":

[fonte http://www.firenzetoday.it/cronaca/turista-nudo-venere-uffizi-foto.html]

Politica - Marco travaglio commenta gli Exit Poll


Son perfettamente d'accordo con Travaglio...

Marco Travaglio commenta i primi exit poll de La 7: ("Complimenti al popolo italiano per la creduloneria" )
il Pd è al 40,1%, M5S al 22,5% e Fi al 16,6 %. La Lega Nord è al 5,9%, l'altra Europa con Tsipras al 4,3%, Ncd-Udc al 4,1%, Fratelli d'Italia al 3,4%, Verdi allo 0,9%

Grillo a Porta a Porta: "Adesso Parlo Io"


Show del leader del Movimento Cinque Stelle che prima passeggia nello studio di Porta a Porta, poi risponde alle domande del conduttore. "Siamo dentro un'associazione a delinquere di stampo legale: destra e sinistra si sono spartiti il Paese. Gli 80 euro? Sono solo la depravazione del voto di scambio. Napolitano? Non rappresenta più la Repubblica". Poi dice che vuole processi online per politici, giornalisti e imprenditori.
(ilfattoquotidiano.it)


Ecco l'articolo sul fatto Quotidiano:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/05/19/europee-grillo-da-vespa-80-euro-sono-depravazione-del-voto-di-scambio/991830/

Programmi - Software Gratuito per la compilazione del 730 del 2014

Stavo cercando un software gratuito per la compilazione del 730 del 2014.

Cercando su internet ho trovato il seguente software che è gratuito per uso privato:


Il software 730/2014 per i privati cittadini è disponibile per il download dal 15 aprile 2014: clicca qui per scaricare il software

Può essere necessaria la registrazione 

Report lunedì 19 maggio 21.05 Rai3

"A PENSAR MALE"
di Sabrina Giannini


Ci son voluti solo sette anni, dal 1998 al 2005, per vendere i circa cinquencento immobili sedi della Democrazia Cristiana, comprati nella sua decennale storia con i soldi dei tesserati, delle donazioni, dei finanziamenti pubblici. Dopo che la vecchia Dc si è sgretolata sotto i colpi degli oltre cinquemila avvisi di garanzia che avevano inondato il Parlamento in piena tangentopoli, gli eredi democristiani si sono frantumati in varie direzioni, un po' a destra, un po' a sinistra, altri rigorosamente al centro, e si son trovati a gestire questa imponente ricchezza immobiliare. Come li hanno venduti gli immobili sparsi in tutta la penisola? In quali mani sono finiti? Nascosti dietro l'alibi dei debiti dei padri da saldare, gli eredi hanno in realtà usato quegli immobili per le proprie carriere politiche, e non solo. Intorno alle svendite, ai grandi affari e qualche proprietà tornata in casa di ex Dc, logicamente a prezzi di favore, si intersecano storie di vecchi palazzi con fantasmi, sedi di partito fantasma, e misteriose società in Croazia con tanto di inconsapevoli prestanomi.


E inoltre:


"IL CANDIDATO"
di Giuliano Marrucci
Gino Trematerra dell'Udc per andare in Europa ha lasciato un comune invaso dall'immondizia e in dissesto finanziario. Franco Bonanini, dopo una vita nel centrosinistra, ci riprova con Forza Italia, nonostante sia sotto processo. Mario Pirillo del Pd dovrebbe dirci come intende impiegare i fondi europei, visto che quelli che quando era assessore regionale all'agricoltura sono andati all'azienda del figlio sono svaniti nel nulla. I candidati cinque stelle invece nessuno sa chi siano, nemmeno i militanti del movimento.

"LA CENTRALE RISCHI"
di Emanuele Bellano
Ogni volta che chiediamo un mutuo, una carta di credito o decidiamo di acquistare un auto a rate i nostri dati finiscono nel grande archivio informatico di una società privata, la Crif. Collegandosi a questa banca dati ogni banca potrà vedere con un semplice clic quanti soldi abbiamo chiesto in prestito nella nostra vita e se siamo puntuali nel pagare le rate. Basta ritardare un pagamento e scatta una segnalazione negativa al Crif. A quel punto ottenere altri prestiti diventa quasi impossibile. Il ruolo di Crif nel sistema di accesso al Credito è delicatissimo visto che oltre a possedere dati sensibili di tutti noi, di fatto ha potere di vita e di morte delle imprese decretandone nei fatti la possibilità di accesso al credito.



I video e le trascrizioni delle inchieste saranno resi disponibili sul nostro sito www.report.rai.it pochi minuti dopo la fine della trasmissione.

Messaggi di Medjugorie del 25 aprile e 2 maggio 2014



Messaggio di Medjugorje, 2 maggio 2014 [O] Mirjana

"Cari figli, io, vostra Madre, sono con voi per il vostro bene, per le vostre necessità e per vostra personale istruzione. Il Padre Celeste vi ha dato la libertà di decidere da soli e di conoscere da soli. Io desidero aiutarvi. Desidero essere per voi Madre, maestra di verità, affinché con la semplicità di un cuore aperto conosciate l’immensa purezza e la luce che da essa proviene e dissolve le tenebre, la luce che porta speranza. Io, figli miei, capisco i vostri dolori e le vostre sofferenze. Chi potrebbe capirvi meglio di una Madre! Ma voi, figli miei? È piccolo il numero di coloro che mi capiscono e mi seguono. Grande è il numero degli smarriti, di coloro che non hanno ancora conosciuto la verità in mio Figlio. Perciò, apostoli miei, pregate ed agite. Portate la luce e non perdete la speranza. Io sono con voi. In modo particolare sono con i vostri pastori. Li amo e li proteggo con Cuore materno, perché essi vi guidano al Paradiso che mio Figlio vi ha promesso. Vi ringrazio! "

Messaggio di Medjugorje, 25 aprile 2014

"Cari figli! Aprite i vostri cuori alla grazia che Dio vi dona attraverso di me come il fiore che si apre ai caldi raggi del sole. Siate preghiera ed amore per tutti coloro che sono lontani da Dio e dal Suo amore. Io sono con voi ed intercedo per tutti voi presso il mio Figlio Gesù e vi amo con amore immenso. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. "

Codice Sconto Genialloyd l'Amicizia Premia 2.0 --> 3.0 88699526



Con il seguente codice sconto presenta un amico  88699526  Genialloyd l'Amicizia premia 2.0 --> 3.0 si possono ottenere i preventivi assicurazione Auto/Moto con lo sconto del 5 % :


<---------->


Altrimenti fate il preventivo cliccando sul seguente link


https://www.genialloyd.it/GlfeWeb/genialloyd/


Alla fine del preventivo inserite il seguente codice 88699526 per avere 5% di sconto immediato 

[Altri codici sconto Genialloyd]

http://scontocodici.blogspot.it/2014/10/convenzione-deutsche-bank-genialloyd.html 

http://www.alessandromazzanti.com/2012/10/extra-it-codice-personale-e-link-per.html

http://www.alessandromazzanti.com/2011/10/extra-it-genialloyd-sconto.html 

http://scontocodici.blogspot.it/2013/09/88699526-codice-personale-e-link-per.html

http://scontocodici.blogspot.it/2013/10/88699526-codice-personale-e-link-per.html 

http://scontocodici.blogspot.it/2013/11/codice-sconto-5-euro-groupalia.html

http://scontocodici.blogspot.it/2014/04/lamicizia-premia-20-genialloyd-codice.html 

http://scontocodici.blogspot.it/2014/05/88699526-codice-sconto-presenta-un.html

http://scontocodici.blogspot.it/2014/05/vari-codici-sconto-e-porta-un-amico.html 

http://scontocodici.blogspot.it/2014/07/88699526-codice-sconto-genialloyd.html

http://scontocodici.blogspot.it/2014/10/convenzione-fineco-genialloyd-codice.html 

http://scontocodici.blogspot.it/2014/10/convenzione-mercedes-genialloyd-codice.html

http://scontocodici.blogspot.it/2014/10/convenzione-enelpremia-genialloyd.html


http://scontocodici.blogspot.it/2014/10/convenzione-niguarda-genialloyd-codice.html

http://scontocodici.blogspot.it/2014/10/convenzione-assolombarda-genialloyd.html 

http://scontocodici.blogspot.it/2014/10/convenzione-vodafone-genialloyd-codice.html

http://scontocodici.blogspot.it/2014/10/convenzione-deutsche-bank-genialloyd.html 

http://www.abeautifulmind.it/2012/04/codice-personale-e-link-per-sconto.html



http://www.abeautifulmind.it/2011/04/genialloyd-link-per-sconto-speciale-del.html

http://www.abeautifulmind.it/2014/04/codici-sconto-genialloyd-lamicizia.html

http://www.abeautifulmind.it/2014/05/codice-sconto-genialloyd-2014-20.html

Orto Botanico - Giardini di Villa Hanbury

Orto Botanico - Giardini di Villa Hanbury

IMvnt003-01assieme
  • Corso Montecarlo, 43 - La Mortola - 18039 Ventimiglia (IM)
  • RESPONSABILI Segreteria:
    tel.: +39 0184 22661; +39 0184 226624, +39 0184 226631   fax +39 0184 226632

    Direzione:
    Prof. Mauro Mariotti: tel.:  +39 3280170320; fax +39 010 2099377; e-mail:  m.mariotti@unige.it

    Curatori:
    Dott. Stefano Ferrari: tel.: +39 0184 226626; fax +39 0184 226632; e-mail: gbhstefano@unige.it
    Dott. Elena Zappa: tel.: +39 0184 226622; fax +39 0184 226632; e-mail: gbhelena@unige.it
    Biglietteria e informazioni: tel./fax +39 0184 229507 e-mail: info@cooperativa-omnia.com
  • ORARI Aperto dalle ore 9.30
    Dal 9 novembre al 28 febbraio CHIUSO IL LUNEDI'
    Primavera/autunno : dal 1° marzo al 15 giugno e dal 16 settembre al 15 di ottobre, ore 9.30/17 uscita entro le ore 18
    Estate : dal 16 giugno al 15 settembre, ore 9.30/18 uscita entro le ore 19
    Inverno : dal 16 ottobre al 28 febbraio, ore 9.30/16 uscita entro le ore 17
  • INGRESSO Bassa stagione (1° luglio -19 marzo)
    Biglietto intero: euro 7,50
    Biglietto scuole: euro 4,50 scuole min.15 pax
    Biglietto ridotto: euro 6,00 - comitive (min. 20 pax) over 65, ragazzi 6/14 anni, associati FAI-T.C.I
    Biglietto convenzionato COOP: euro 5,00
    Biglietto famiglia: euro 20,00 (genitori + figli 6/14 anni)
    Alta stagione (20 marzo -30 giugno)
    Biglietto intero: euro 9,00
    Biglietto scuole: euro 6,00 scuole min.15 pax
    Biglietto ridotto: euro 7,50 - comitive (min. 20 pax) over 65, ragazzi 6/14 anni, associati FAI-T.C.I
    Biglietto convenzionato COOP: euro 5,00
    Biglietto famiglia: euro 25,00 (genitori + figli 6/14 anni)
    Abbonamenti: (validità 365 giorni dall'emissione)
    annuale: euro 25
    annuale ridotto: euro 15
  • BOOKSHOP NO
  • SUPERFICIE 18.000 mq
  • VISITE GUIDATE Visite guidate: euro 20 (oltre l'ingresso - per gruppi, su prenotazione)
    Attività didattiche per le scuole: euro 2,00 (oltre l'ingresso - per alunno, su prenotazione- informazioni dettagliate sul sito)
    Pannelli didattico - esplicativi relativi alle piante
    Posto di ristoro / picnic area, rinfreschi


[fonte http://www.ortobotanicoitalia.it/liguria/hanbury/]

Qualche Aforisma del giorno

La paura è normale che ci sia, in ogni uomo, l'importante è che sia accompagnata dal coraggio.

Paolo Borsellino

Ah! come poco indovinano gli uomini le condizioni dell'anima altrui, se non la illuminano – ed è raro – coi getti d'un amore profondo!

Giuseppe Mazzini

Ci sedemmo dalla parte del torto visto che tutti gli altri posti erano occupati.
Bertolt Brecht

Ogni lettore, quando legge, è il lettore di se stesso. L'opera dello scrittore è solo una specie di strumento ottico offerto al lettore per consentirgli di discernere ciò che forse, senza quel libro, non avrebbe potuto intravedere in se stesso.

Marcel Proust
 
 

Firenze - Il Cibreo piatto toscano e Locale fiorentino

In questi anni mi è capitato spesso di passare davanti ai vari locali del Cibreo a Firenze e, preso dalla curiosita' ho investigato un po' sia sul temine cibreo nonchè su questi locali.

Di seguito le info estrapolate da Wikipedia e :

Il Cibreo è un tipico secondo piatto della cucina fiorentina.
È celebre per essere stato uno dei cibi preferiti da Caterina de' Medici che tentò di esportarlo in Francia, peraltro senza successo duraturo.

Pellegrino Artusi, nel suo famoso La Scienza in cucina e l'Arte di mangiar bene, ne fornisce questa ricetta:

Il cibreo è un intingolo semplice, ma delicato e gentile, opportuno alle signore di stomaco svogliato e ai convalescenti. Prendete fegatini (levando loro la vescichetta del fiele com'è indicato nel n. 110), creste e fagiuoli di pollo; le creste spellatele con acqua bollente, tagliatele in due o tre pezzi e i fegatini in due. Mettete al fuoco, con burro in proporzione, prima le creste, poi i fegatini e per ultimo i fagiuoli e condite con sale e pepe, poi brodo se occorre per tirare queste cose a cottura.
A tenore della quantità, ponete in un pentolino un rosso o due d'uova con un cucchiaino, o mezzo soltanto, di farina, agro di limone e brodo bollente frullando onde l'uovo non impazzisca. Versate questa salsa nelle rigaglie quando saranno cotte, fate bollire alquanto ed aggiungete altro brodo, se fa d'uopo, per renderla più sciolta, e servitelo. Per tre o quattro creste, altrettanti fegatini e sei o sette fagiuoli, porzione sufficiente a una sola persona, bastano un rosso d'uovo, mezzo cucchiaino di farina e mezzo limone.
I granelli del n. 174, lessati e tagliati a filetti, riescono buoni anch'essi cucinati in questa maniera.

L'etimonologia della parola "Cibreo" sembra derivi dall'antico francese civé (moderno civet), derivato di cive, cipolla, a sua volta dal latino CAEPA. Questa proposta pare la più giustificabile sia dal punto di vista della compatibilità formale, sia dal punto di vista semantico.
<------>

Invece il Cibreo a Firenze sono tre locali come indicati di seguito.


Cibrèo ristorante


Via del Verrocchio, 8r
Firenze

Tel. : 055 234 11 00
Fax : 055 24 49 66
e-mail : info@cibreo.com

               cibreo.fi@tin.it

Cibrèo trattoria

(detta il Cibrèino)

Via de' Macci, 122r
Firenze

Caffè  Cibrèo


Via del Verrocchio, 5r
Firenze

Tel. : 055 234 58 53

Il loro sito web invece:

http://www.edizioniteatrodelsalecibreofirenze.it/

Se invece siete interessati nel leggere la rivista del Cibreo/Compagnia Teatrale ecco il link:



 



Musica - Boban Marković e messaggio filosofico del giorno

Mi è capitato recentemente di trovarmi a fare benzina ed a sentire da un furgone (piuttosto scassato) una musica nuova e molto interessante.

Vincendo la ritrosia di domandare chi fosse il cantante mi sono fatto dire il nome e mi sono messo un po' a chiaccherare.

Il cantante è Boban Markovic di cui copio ed incollo la storia da wikipedia ed una canzone esempleficativa:


Di seguito la relativa playlist:

https://www.youtube.com/watch?v=8R6lEytvMLo&list=RDD-x--SXJcBA&index=0

<------------>

Questo piccolo evento che mi è capitato ben si ricollega alla poesia seguente che vi invito a leggere nonchè sull'accidia che è stata indicata in un'omelia da Papa Francesco. Estrapolo qualche trafiletto. 

“Io penso a tanti cristiani, tanti cattolici: sì, sono cattolici ma senza entusiasmo, anche amareggiati! 'Sì, è la vita è così, ma la Chiesa… Io vado a Messa tutte le domeniche, ma meglio non immischiarsi, io ho la fede per la mia salute, non sento il bisogno di darla ad un altro…'. Ognuno a casa sua, tranquilli per la vita… Ma, tu fai qualcosa e poi ti rimproverano: 'No, è meglio così, non rischiare…”'. E’ la malattia dell’accidia, dell’accidia dei cristiani. Questo atteggiamento che è paralizzante dello zelo apostolico, che fa dei cristiani persone ferme, tranquille, ma non nel buon senso della parola: che non si preoccupano di uscire per dare l’annuncio del Vangelo! Persone anestetizzate”.
E l’anestesia, ha aggiunto, “è un’esperienza negativa”. Quel non immischiarsi che diventa “accidia spirituale”. E “l’accidia – ha detto – è una tristezza”: questi cristiani sono tristi, “sono persone non luminose, persone negative. E questa è una malattia di noi cristiani”. Andiamo a Messa “tutte le domeniche, ma – diciamo – per favore non disturbare”. Questi cristiani “senza zelo apostolico”, ha avvertito, “non servono, non fanno bene alla Chiesa. E quanti cristiani sono così – ha affermato con rammarico – egoisti, per se stessi”. Questo, ha detto, è “il peccato dell’accidia, che è contro lo zelo apostolico, contro la voglia di dare la novità di Gesù agli altri, quella novità che a me è stata data gratuitamente”. Ma in questo passo del Vangelo, ha detto il Papa, troviamo anche un altro peccato quando vediamo che Gesù viene criticato perché ha guarito il malato di sabato. Il peccato del formalismo. “Cristiani – ha detto – che non lasciano posto alla grazia di Dio. E la vita cristiana, la vita di questa gente è avere tutti i documenti in regola, tutti gli attestati”:
“Cristiani ipocriti, come questi. Soltanto interessavano loro le formalità. Era sabato? No, non si possono fare miracoli il sabato, la grazia di Dio non può lavorare il sabato. Chiudono la porta alla grazia di Dio! Ne abbiamo tanti nella Chiesa: ne abbiamo tanti! E’ un altro peccato. I primi, quelli che hanno il peccato dell’accidia, non sono capaci di andare avanti con il loro zelo apostolico, perché hanno deciso di fermarsi in se stessi, nelle loro tristezze, nei loro risentimenti, tutto quello. Questi non sono capaci di portare la salvezza perché chiudono la porta alla salvezza”.
"


Proprio per controvertire il discorso della felicità contro la tristezza tipica dei cristiani e degli accidiosi suggerisco di leggere il seguente post che ho scritto qualche anno fa sulla resurrezione di Cristo:

La Resurrezione, pittura di Carl Heinrich Bloch (1834-1890, Denmark) 


Conosco tante persone sia nel mondo lavorativo che al di fuori che timbrano il cartellino in chiesa e si comportano come detto nell'omelia...


Ecco invece la poesia:

http://www.abeautifulmind.it/2012/10/poesia-ode-alla-vita.html


Lentamente muore chi diventa schiavo dell'abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marca,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle "i" piuttosto che
un insieme di emozioni,proprio quelle che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore davanti all'errore e ai sentimenti.

Lentamente muore chi non capovolge il tavolo, chi è infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza per l'incertezza, per inseguire un sogno,
chi non si permette almeno una volta nella vita di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia, chi non legge,
chi non ascolta musica, chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente chi distrugge l'amor proprio, chi non si lascia aiutare,
chi passa i giorni a lamentarsi della propria sfortuna o della pioggia incessante.

Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo,
chi non fa domande sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde quando gli chiedono qualcosa che conosce.

Evitiamo la morte a piccole dosi, ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo di gran lunga maggiore del semplice fatto di respirare.
Soltanto l'ardente pazienza porterà al raggiungimento di una splendida felicità.
Questa poesia è spesso attribuita a Pablo Neruda ma pare sia stata scritta da Martha Medeiros.