Parmigiana con mousse di tofu

Parmigiana
 con mousse di tofu
 

 
 
 
Questa ricetta è del noto divulgatore per la Fondazione Veronesi, lo chef scienziato Marco Bianchi che aiuta in poche mosse a trasformare piatti della cucina classica in ottimi concentrati di sostanze salutari, leggeri, ricchi di fibre che piacciono a grandi e piccini.
 
 
Ingredienti:
 
Per la mousse di tofu
150 gr Tofu a pezzetti;
100 gr di capperi sottaceto;
100 gr di olive nere;
qualche pomodorino secco;
1 spicchio di aglio;
70 gr di acciughe sottolio; ( io ho usato un cucchiaio di pasta di acciughe)
1 cucchiaio di olio di oliva;
il succo di mezzo limone.
 
Per la parmigiana
2 melanzane
semi di sesamo e girasole
 
 
Procedimento:
 
E' sufficiente frullare gli ingredienti per ottenere una mousse con la consistenza giusta. Quindi inserite nel frullatore il tofu, i capperi, le olive nere, qualche pomodorino secco, lo spicchio di aglio, le acciughe o come nel mio caso la pasta di acciughe, un cucchiaio di olio evo ed il succo di mezzo limone e  aggiungete qualche cucchiaio di acqua quanto basta. Nel frattempo lavate asciugate bene e  tagliate a fette sottili le due melanzane e grigliatele. Dopo si procede a creare gli strati di parmigiana alternando le melanzane grigliate con la mousse di tofu e un mix di semi di sesamo e di girasole da spargere tra uno strato e l'altro per rendere più croccante il piatto e ricco di grassi buoni.
 
Lo chef scienziato Marco Bianchi, suggerisce di usare le melanzane già grigliate e surgelate che non hanno niente da invidiare a quelle fresche e sono molto comode per chi ha poco tempo per cucinare.

Marco Travaglio vs Giuliano Ferrara a Bersaglio Mobile




Riassumo brevemente cosa dice Travaglio:

L'assoluzione di Berlusconi su Ruby non è dovuto al fatto che tutta la storia che abbiamo sentito non è che non è successo semplicemente che 2 anni fa PDL + PD che sono i suoi compari hanno cambiato la legge di induzione alla corruzzione, praticamente quando ha chiamato Berlusconi il giudice di sorveglianza per indurlo a rilasciare ruby (che è successo) con la nuova legge bisogna dimostrare che la parte che viene corrotta(il giudice) abbia avuto un vantaggio di qualche tipo per acconsentire al rilascio. Altrimenti non si chiama piu' corruzione ed infatti per questo è stato assolto.


Ospiti di "Bersaglo Mobile", il programma di Enrico Mentana su La7, tra gli altri, Giuliano Ferrara e Marco Travaglio.
Il condirettore del Fatto Quotidiano ha appena finito di argomentare perché "non sia possibile comprendere questa sentenza senza ricordare che la legge sulla concussione è stata cambiata nel corso del processo, con il voto di Pd e Pdl" (legge Severino). La parola passa poi al direttore del Foglio, in collegamento: "Travaglio ha fatto il solito schemino". Di seguito, i toni si fanno più accesi. Travaglio ribatte divertito. Quando Ferrara perde le staffe, è un copione già visto. Ci pensa Enrico Mentana a togliere l'audio all'Elefantino: "Un'operazione di igiene"
(www.ilfattoquotidiano.it)

Biscotti con gocce di cioccolato

Biscotti con gocce di cioccolato
 

 
Ingredienti:
 
230 gr farina
125 gr gocce di cioccolato
110 gr burro
100 gr zucchero di canna
60 gr zucchero semolato
1 uovo
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
2 gocce di estratto di vaniglia
1 pizzico di sale
 
 
Procedimento:
 
 
Prendete una ciotola e mettete la farina, lo zucchero semolato, lo zucchero di canna, la vanillina, il lievito per dolci ed il sale. Mescolate bene gli ingredienti e formate una fontana al centro, aggiungete il burro freddo a pezzetti, l'estratto di vaniglia e l'uovo. Impastate bene gli ingredienti e infine aggiungete le gocce di cioccolato. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola alimentare e lasciatela riposare in frigorifero almeno un'ora. Trascorso il tempo, prendete la pasta, formate delle palline con l'impasto e schiacciatele leggermente con le mani e mettetele sulla teglia da forno coperta con carta oleata. Cuocete i biscotti in forno preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti circa. ( Ciò dipende dal tipo di forno).

Contro i ladri di democrazia, no al Parlamento dei nominati e all’uomo solo al comando – Firma la petizione

 
  [fonte http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/07/16/contro-i-ladri-di-democrazia-no-al-parlamento-dei-nominati-e-alluomo-solo-al-comando/1062498/]

LE CONTRORIFORME dell'Italicum e del Senato delle Autonomie, concordate dal governo con il pregiudicato Silvio Berlusconi e il plurimputato Denis Verdini:

- consentono a un pugno di capi-partito di continuare a nominarsi i deputati a propria immagine e somiglianza (con le liste bloccate per la Camera), addirittura aboliscono l'elezione dei senatori (scelti dalle Regioni fra consiglieri e sindaci, ridotti a un ruolo decorativo e per giunta blindati con l'immunità-impunità) e tagliano fuori i partiti medio-piccoli (con soglie di sbarramento abnormi);

- trasformano il Parlamento nello zerbino di un premier-padrone, “uomo solo al comando” senza controlli né contrappesi, con una maggioranza spropositata che gli permette di scegliersi un presidente della Repubblica e di influenzare pesantemente la Corte costituzionale, il Csm, la magistratura e l'informazione televisiva e stampata;

- espropriano i cittadini dei residui strumenti di democrazia diretta: i referendum (non più 500mila, ma addirittura 800mila firme) e le leggi di iniziativa popolare (non più 50mila, ma addirittura 250mila firme).

DICIAMO NO ALLA SVOLTA AUTORITARIA, come i migliori costituzionalisti italiani hanno definito il combinato disposto delle due controriforme, ispirate  – consapevolmente o meno – al “Piano di Rinascita Democratica” della loggia P2 di Licio Gelli.

DICIAMO SI’ A UNA DEMOCRAZIA PARTECIPATA e vi chiediamo di sostenere solo riforme istituzionali che rispettino lo spirito dei Padri Costituenti del 1946-48: restituendo ai cittadini il diritto di scegliersi i parlamentari e coinvolgendoli nella cosa pubblica; tutelando le minoranze e le opposizioni; allargando gli spazi di partecipazione diretta alla formazione delle leggi; limitando l’immunità parlamentare alle opinioni espresse e ai voti dati e abolendo i privilegi impunitari in materia di arresti, intercettazioni e perquisizioni; combattendo i monopòli e i conflitti di interessi, specie nel mondo della televisione e della stampa; ampliando l’indipendenza e l’autonomia dei poteri di controllo, dalla magistratura all’informazione.

Antonio Padellaro, Marco Travaglio, Peter Gomez e la redazione del Fatto Quotidiano


Firma qui la petizione:

https://www.change.org/petitions/no-al-parlamento-dei-nominati-e-alle-riforme-che-limitano-i-referendum-e-uccidono-la-democrazia-partecipata 

Fare il dentifricio in casa

http://www.cntbil.it/wp-content/uploads/2013/12/dentifricio.jpg

Per fare il dentrificio fatto in casa ecco la ricetta:

  1. glicerina (si trova in farmacia)
  2. bicarbonato
  3. olio essenziale

Bisogna creare una miscela composta da glicerina al 74%, bicarbonato al 25% e l’1% che rimane per l’aggiunta di olio essenziale.

Articolo originale:

http://www.babygreen.it/2011/12/dentifricio-fai-da-te-ricetta/

Firenze e le ludoteche

Quartiere 1 – Centro Storico

Giamburrasca
Età: 0-12 anni
La ludoteca organizza laboratori di pittura e modellaggio, e offre la possibilità di festeggiare compleanni. I bambini possono giocare liberamente o essere seguiti dagli educatori.
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle ore 16:00 alle ore 18:30; il sabato dalle 15:00 alle 18:30
Via Palazzuolo, 35
055 210092
Spazio infanzia Nidiaci
Età: 0-11 anni
Uno spazio per genitori e bambini, che offre ai primi la possibilità di incontrare esperti nel campo dell’infanzia, e ai ragazzi l’occasione di socializzare con persone di altri paesi, oltre ad una videoteca a loro dedicata, l’organizzazione di eventi e spettacoli e la possibilità di festeggiare compleanni.
Orario: dal Lunedì al Sabato dalle ore 16:00 alle ore 18:30 Il Sabato dalle ore 10:30 alle ore 12:30
Via della Chiesa, 48
055 291560
spazioinfanzia@infinito.it
Marcondirondero
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 16:00 alle ore 19:00
Via della Carra, 4
055 334046

Quartiere 2 – Campo di Marte

La Tana dell’Orso
Età: da 0 anni in su
I servizi offerti sono: prestito giochi; prestito libri per bambini; prestito libri di pedagogia per adulti; angolo “morbido” per bambini da 0 a 12 mesi; area gioco libero; numerose feste e attività per grandi e piccini
Orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:45 il sabato dalle ore 9:00 alle ore 13:00
V.le De Amicis, 21
055 2767452

Quartiere 3 – Gavinana-Galluzzo

Il castoro
Età: dai 15 mesi agli 11 anni
Servizi offerti: area gioco libero; biblioteca per ragazzi; organizzazione laboratori; colori e altri materiali “artistici”; stanza “morbida” per i più piccoli; organizzazione di feste e attività.
Orario: Lun-ven dalle 16:00 alle 19:00; mart-giov dalle 10:00 alle 12:00; sabato dalle 10:00 alle 12:30
P.zza Artusi, 23
055 6810517

Quartiere 4 – Isolotto-Legnaia

La Fattoria dei Ragazzi
Età: 5-11 anni
Una ludoteca situata in una vera e propria casa colonica, con annessi terreni agricoli in cui i ragazzi potranno imparare, direttamente dagli anziani ex contadini che svolgono l’attività di volontari, cosa la natura sia in grado di offrire. I ragazzi potranno progettare e coltivare un orto, seguire la vita degli animali e prendersi cura di loro, oltre a mille altre attività mirate ad insegnare loro i valori dell’ecologia.
Orario: dal lunedi al venerdi, dalle 16:30 alle 19:00
Via dei Bassi,12
055 733136
fattoria.ragazzi@comune.fi.it
La Carrozza di Hans
Età: da 0 – 14
La ludoteca organizza molti incontri per genitori e futuri genitori
Orario: lunedì 14:00 – 19:00, dal martedì al venerdì 9:00-13:00, 14:00 19:00, sabato 9:00-13:00
Via Canova, 170 b
055 7877734
La Mondolfiera
Età: da 0 a 11 anni, accompagnati da un adulto
Da 0 a 3 anni la ludoteca offre, attraverso degli appositi spazi-incontro, la possibilità di socializzare ai bambini che non frequentano il nido e ai loro genitori.
I bambini e i ragazzi da 3 a 11 anni potranno svolgere diverse attività di gruppo, come laboratori creativi e momenti dedicati alla narrazione di fiabe e racconti.
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 16:00 alle 19:00
Via dell’Anconella, 3
055 2207455
r.braschi@comune.fi.it
L’Albero di Alice
Età: da 0 a 14 anni
Divisa in due settori, uno per i bambini fino a sei anni, l’altro per i ragazzi fino ai quattordici.
La ludoteca offre, oltre ad uno spazio per giocare liberamente, numerosi laboratori creativi, varie attività collettive e la possibilità di organizzare feste di compleanno.
Orario: inverno (ottobre-maggio) dal lunedi al venerdi 16:00-19:00, estate (giugno-settembre) dal lunedi al venerdi 16:30-19:30
Via del Cavallaccio, 10
055 780216
r.braschi@comune.fi.it

Quartiere 5 – Rifredi

La Prua
Età: 0-10
Servizi offerti: videoteca per ragazzi; iniziative di formazione e incontro per i genitori, angolo “morbido” per i più piccoli; biblioteca; aula multimediale; laboratori creativi; costruzione giochi; possibilità di organizzare feste di compleanno.
Orario: Dal lunedì al venerdì dalle 16:30 alle 19:30
Via della Sala, 2/1
055 315173
prua@coopcenacolo.it
Il Castello dei Balocchi
Età: 0-14
La ludoteca offre spazi per il gioco libero suddivisi per fasce di età, prestito di giocattoli e libri, videoteca, laboratori artistici, incontri per i genitori.
Orario: 15:30-19:00
Via del Pontormo, 92
055 454395
ilcastellodeibalocchi@comune.fi.it

[fonte http://www.teladoiofirenze.it/kids/ludoteche-a-firenze-dove-e-perche/ ]

Parco di Villa il Ventaglio a Firenze

 

Parco ottocentesco in stile inglese

Firenze, Via Aldini 10/12
tel 39 055 580283
fax 39 055 580283


Collegamenti: bus 11
Ingresso: gratuito
Chiusura settimanale: lunedì (da gennaio a maggio e da ottobre a dicembre)
                                lunedì e giovedì (da giugno a settembre)
Orario di apertura: 8,15 - 16,30 (novembre-dicembre-gennaio-febbraio); 8,15 - 17,30 - con ora legale 18,30 (marzo-aprile-maggio); 8,15 - 19,30 (giugno-luglio-agosto-settembre); 8,15 - 17,30 con ora solare ore 16,30 (ottobre).
Responsabile per la Soprintendenza BAPSAE: arch.  Lia Pescatori (e-mail: lia.pescatori@beniculturali.it).


http://it.wikipedia.org/wiki/Villa_Il_Ventaglio

[update 2016.06.06]

Ecco un vecchio post con altri parchi:

Parchi a Firenze parte 1

Parchi a Firenze parte 2

Parchi a Firenze parte 3

Ambiente - Conoscere gli alberi di Firenze

Tartellette alla salsa di tonno e pomodoro

Tartellette alla salsa di tonno e pomodoro

 
Ingredienti:
 
 
Per la pasta:
 
 
100 gr di farina
50 gr di burro1 presa di sale

2 cucchiai di acqua fredda
 
Per la salsa:
 
1 pomodoro maturo
100 gr di tonno
1 cucchiaino di pasta di acciughe
1 cucchiaio di capperi
1 cucchino di maionese
prezzemolo
basilico
sale, pepe
 
 
Procedimento:
 
Impastate nel mixer la farina, il burro, una presa di sale e due cucchiai di acqua fredda. Ponete la pasta coperta dalla pellicola in frigorifero per 30 minuti. Trascorso il tempo, stendete la pasta e ricavatene 3 dischi e rivestite degli stampini. Bucherellate il fondo con una forchetta, coprite con carta stagnola e riempite con fagioli secchi. Cuocetele in forno preriscaldato a 180 gradi per 15 minuti circa. Eliminate la stagnola ed i fagioli. Ora procedete alla realizzazione della salsa.
Mettete nel bicchiere del frullatore un pomodoro senza la pelle, il tonno, un cucchiaino di pasta di acciughe, un cucchiaio di capperi, un cucchiaio di prezzemolo, un cucchiaino di maionese. Frullate e aggiustate di sale e pepe. Otterrete una crema densa. 
Disponete il composto sulle tartellette raffreddate e decorate la superficie con foglie di basilico fresco.

Report Cult di martedì 1 luglio

la puntata di Report Cult di martedì 1 luglio andrà in onda su Rai3 alle ore 23.30, e non alle 23.50 come comunicato in precedenza.

La puntata si intitola: 

"ESPRESSO NEL CAFFÈ"
Di Bernardo Iovene

Gli italiani, a loro insaputa, bevono un caffè di bassa qualità. I torrefattori fanno spesso abuso della robusta: una qualità che costa la metà di quella arabica ed ha aromi legnosi, se proviene dal Vietnam, e di terra se di origine Africana. Durante la puntata interverranno i rappresentanti di grandi aziende, come Lavazza e Kimbo. Bernardo Iovene, insieme con gli assaggiatori autorizzati dell'Associazione europea dei caffè speciali SCAE, ha girato per alcuni bar italiani, anche storici, di Napoli, Roma e Firenze, per valutare il caffè in tazza. L'inchiesta, dunque, si allarga alle modalità errate con le quali i baristi preparano il caffè ai clienti, con il risultato di servire il nostro rito quotidiano con acqua sporca e piena di residui cotti centinaia di volte. La puntata si conclude con un'analisi delle capsule di caffè. Oltre a inquinare l'ambiente con plastica e alluminio creano anche danno alla salute? 

Le puntate vecchie in streaming al seguente indirizzo:

http://www.report.rai.it/dl/Report/Puntate/PublishingBlock-853a54f9-24bb-4793-84ac-cb0838cb1c0d.html 

Statistiche sulla popolazione italiana

L'Italia ha circa 61 milioni di abitanti. 19 milioni sono pensionati. 61 -19 = 42. Quattro milioni sono dipendenti pubblici. 42 - 4 = 38. Sette milioni circa sono familiari a carico di pensionati e dipendenti pubblici. 38 - 7 = 31. Circa dieci milioni sono bambini, adolescenti o studenti universitari. 31 -10 = 21. Quattro milioni sono disoccupati o scoraggiati. 21 - 4 = 17. Un paio di milioni evade le tasse. 17 -2 = 15. Dei quindici milioni rimasti la maggior parte è composta da lavoratori dipendenti che non possono evadere neppure un euro. Quindici milioni di italiani, che in gran parte non vedrà mai la pensione, tengono in piedi la baracca. In media quasi un italiano su quattro. Con l'aumento (certo) della disoccupazione questa percentuale è destinata a peggiorare. Quando arriverà a uno su cinque il Paese schianterà come un mulo caricato all'inverosimile.

[fonte Beppegrillo.it]

Religione - Albert Einstein sull'esistenza di Dio

Albert Einstein sull'esistenza di Dio e sul perchè della creazione del male.


Germania, primi anni del XX secolo. 

Durante una conferenza tenuta per gli studenti universitari, un professore ateo dell'Università di Berlino lancia una sfida ai suoi alunni con la seguente domanda: 

"Dio ha creato tutto quello che esiste?" 

Uno studente diligentemente rispose: "Sì certo!". 

"Allora Dio ha creato proprio tutto?" - Replicò il professore.

"Certo!", affermò lo studente. 

Il professore rispose: "Se Dio ha creato tutto, allora Dio ha creato il male, poiché il male esiste e, secondo il principio che afferma che noi siamo ciò che produciamo, allora Dio è il Male". 

Gli studenti ammutolirono a questa asserzione. Il professore, piuttosto compiaciuto con se stesso, si vantò con gli studenti che aveva provato per l’ennesima volta che la fede religiosa era un mito. 

Un altro studente alzò la sua mano e disse: "Posso farle una domanda, professore?". 

"Naturalmente!" - Replicò il professore. 

Lo studente si alzò e disse: "Professore, il freddo esiste?". 

"Che razza di domanda è questa? Naturalmente, esiste! Hai mai avuto freddo?". Gli studenti sghignazzarono alla domanda dello studente. 

Il giovane replicò: "Infatti signore, il freddo non esiste. Secondo le leggi della fisica, ciò che noi consideriamo freddo è in realtà assenza di calore. Ogni corpo od oggetto può essere studiato solo quando possiede o trasmette energia ed il calore è proprio la manifestazione di un corpo quando ha o trasmette energia. Lo zero assoluto (-273 °C) è la totale assenza di calore; tutta la materia diventa inerte ed incapace di qualunque reazione a quella temperatura. Il freddo, quindi, non esiste. Noi abbiamo creato questa parola per descrivere come ci sentiamo... se non abbiamo calore". 

Lo studente continuò: "Professore, l’oscurità esiste?". 

Il professore rispose: "Naturalmente!". 

Lo studente replicò: "Ancora una volta signore, è in errore, anche l’oscurità non esiste. L’oscurità è in realtà assenza di luce. Noi possiamo studiare la luce, ma non l’oscurità. Infatti possiamo usare il prisma di Newton per scomporre la luce bianca in tanti colori e studiare le varie lunghezze d’onda di ciascun colore. Ma non possiamo misurare l’oscurità. Un semplice raggio di luce può entrare in una stanza buia ed illuminarla. Ma come possiamo sapere quanto buia è quella stanza?
Noi misuriamo la quantità di luce presente. Giusto? L’oscurità è un termine usato dall’uomo per descrivere ciò che accade quando la luce... non è presente". 

Finalmente il giovane chiese al professore: "Signore, il male esiste?". 

A questo punto, titubante, il professore rispose, “Naturalmente, come ti ho già spiegato. Noi lo vediamo ogni giorno. E’ nella crudeltà che ogni giorno si manifesta tra gli uomini. Risiede nella moltitudine di crimini e di atti violenti che avvengono ovunque nel mondo. Queste manifestazioni non sono altro che male". 

A questo punto lo studente replicò "Il male non esiste, signore, o almeno non esiste in quanto tale. Il male è semplicemente l’assenza di Dio. E’ proprio come l’oscurità o il freddo, è una parola che l’uomo ha creato per descrivere l’assenza di Dio. Dio non ha creato il male. Il male è il risultato di ciò che succede quando l’uomo non ha l’amore di Dio presente nel proprio cuore. E’ come il freddo che si manifesta quando non c’è calore o l’oscurità che arriva quando non c’è luce". 

Il giovane fu applaudito da tutti in piedi e il professore, scuotendo la testa, rimase in silenzio. 

Il rettore dell'Università si diresse verso il giovane studente e gli domandò: "Qual è il tuo nome?". 

"Mi chiamo, Albert Einstein, signore!" - Rispose il ragazzo.

Filmati sulle correnti Oceaniche



La Nasa ha rilascito vari filmanti sulle correnti oceaniche in tutto il mondo dopo diverso tempo di ricerca.

Al seguente link si può visionare tutto questo spettacolare materiale:

http://svs.gsfc.nasa.gov/vis/a000000/a003800/a003827/

Bomba a vuoto questa sconosciuta

Mi ha data questa informazione un collega dicendomi che l'ha già sperimentata la Russia in maniera efficace, risulta un'arma convenzionale, è un evoluzione piu' pulita e piu' piccola della bomba nucleare

 
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.4
 
La bomba a vuoto o bomba a implosione (in inglese vacuum bomb), è un tipo di arma convenzionale. Consiste in una bomba che disperde nell'aria idrocarburi che opportunamente innescati, bruciando rapidamente consumano l'ossigeno presente nell'atmosfera, creando una depressione che genera una forte corrente.
Il calore generato distrugge la vita nell'area dell'esplosione e l'onda d'urto gli edifici nella zona, ma a differenza di un ordigno nucleare non inquina a lungo termine la zona colpita e quelle limitrofe.
Oltre all'impiego militare, diversi incidenti con esplosione sono imputabili a questo effetto, in cui un combustibile si disperde e si miscela all'aria e, trovando un innesco, deflagra con violenza distruggendo un'area ben maggiore di un semplice incendio causato dal combustibile. È il caso del tremendo incidente ferroviario di Viareggio, in cui da una cisterna di GPL ribaltata è fuoriuscito del gas che miscelandosi all'aria ha creato una miscela esplosiva stratificata in basso. A seguito di un innesco la miscela è detonata coinvolgendo un'area di 300 metri di diametro, demolendo o danneggiando diverse abitazioni e uccidendo 32 persone e procurando ferite a 25 individui.