Religione - Halloween il culto del diavolo

Riprendo dal seguente articolo il trafiletto:

1. “La società italiana sta perdendo il senno, il senso della vita, è sempre più malata – è il monito di Padre Amorth, di cui Don Macchioni è stato allievo – festeggiare Halloween è rendere un osanna al diavolo che, se adorato anche soltanto per una notte, pensa di vantare dei diritti sulla persona. Mi dispiace moltissimo che l’Italia, come il resto d’Europa, si stia allontanando da Gesù, e si metta a omaggiare satana, la festa di Halloween è una sorta di seduta spiritica presentata sotto forma di gioco. L’astuzia del demonio sta proprio qui: tutto viene presentato sotto forma ludica, innocente. Anche il peccato non è più peccato al mondo d’oggi. L’uomo è diventato il dio di se stesso, esattamente ciò che vuole il demonio”.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/10/31/halloween-2014-lesorcista-allievo-padre-amorth-festa-invoca-satana/1182029/ 

2. Colgo anche l'occasione per ripresentare due interessanti articoli che preparai a suo tempo su halloween:

Doveroso in questo contesto citare le rivelazioni della mistica cattolica Nancy Fowler, la quale affermava che ogni qualvolta lei nominava Halloween Satana le si presentava dicendo d’avere il diritto di essere presente. "


"Per chi fosse interessato a sapere ciò che succede nella festa di Halloween consiglio di leggere il buon libro scritto dalla mia amica Michela (pseudonimo, vedere l’articolo Halloween, parla una ex satanista), del quale riporto un estratto:

Tra fine ottobre e inizio novembre, ossia nelle notti precedenti Halloween (31 ottobre) e la memoria dei Defunti (2 novembre), c’era poi l’unico appuntamento in un cimitero, dove profanavamo delle tombe e ne ru­bavamo le ossa, facendo uno specifico rituale che alla fi­ne le distruggeva.

Qualche volta mi è anche capitato di partecipare a un rito in una struttura che sembrava una piccola chiesa. Recentemente ne ho avuto una spiegazione, leggendo la denuncia dell’esperto padre Francesco Bamonte: «Nel corso delle vendite di varie cappelle non più utilizzate per il culto, è accaduto che qualcuna di esse sia stata acquistata proprio da individui che, nascondendo la loro appartenenza a gruppi di satanisti, le hanno poi utilizzate (e utilizzano tutt’ora!) per i loro riti nefandi».

Per chi volesse fare qualcosa al fine di costrastare gli attacchi diabolici consiglio (soprattutti ai sacerdoti, se tali dirsi vogliono) d’organizzare durante tutta la notte tra il 31 ed il 1, ed anche nel mese di novembre, adorazioni riparatrici, messe di espiazione, processioni e santi rosari continui.
Mettete alle finestre dei ceri esorcizzati e benedetti.
"

http://www.abeautifulmind.it/2013/10/estrapolato-dal-seguente-articolo-di-un.html 

http://www.abeautifulmind.it/2013/10/religione-halloween-oppure-ognissanti.html 

Marmellata di castagne

Marmellata di castagne

 
 
 
Ingredienti:
 
 
1 kg di castagne;
800 gr di zucchero;
1 cucchiaio da tavola di rum o simile
 
 
 
Procedimento:
 
 
Mettete a cuocere le castagne già sbucciate in una casseruola con acqua bollente. Quando sono cotte togliete la pellicola che è rimasta e passatele al setaccio. Mettete ora lo zucchero con poca acqua sul fornello, appena lo sciroppo è pronto, versateci dentro le castagne passate e mescolate continuamente. Continuate a mescolare per circa mezz'ora. A metà del tempo aggiungete un cucchiaio di rum o simile se lo gradite. Quando la marmellata è pronta invasate e chiudete ermeticamente i vasi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Marmellata di cachi

Marmellata di cachi

 
Ingredienti:
 
1 kg di cachi;
300 gr di zucchero di canna;
1 limone non trattato;
1 mela renetta;
 
 
Procedimento:
 
Sbucciate i cachi eliminando i semi e la parte centrale bianca. Mettete la polpa ricavata in una pentola con la scorza del limone e iniziate a portare a bollore.
 
 
 
 
Aggiungete la mela tagliata a dadini e continuate la bollitura per altri cinque minuti. 
 
 
 
 
 Aggiungete lo zucchero di canna e continuate a mescolare e schiumare finché non raggiungerà la consistenza giusta.
 
 
 
 
Togliete dal fuoco ed invasate subito il composto ancora caldo nei vasi e chiudere ermeticamente e capovolgeteli a testa in giù fino a che saranno freddi.






Cioccolatini fai da te

Cioccolatini fai da te

 

 

Ingredienti:
 
Chicchi di riso soffiato;
150 gr Cioccolato fondente;
Burro.
 
 
Procedimento:

 

Prendete una vaschetta per ghiaccio e riponete al suo interno un cucchiaino di cereali per ogni spazio
 
 
Nel frattempo sciogliete a bagnomaria il cioccolato ed aggiungete del burro, non tanto.
 
Appena il cioccolato si è sciolto, ritiratelo dal fornello e aspettate fino a che non si è intiepidito e procedete a riempire la vaschetta del ghiaccio.

 

Ponete nel congelatore per un paio di ore la vaschetta, poi togliete i cioccolatini dallo stampo con una leggera pressione e serviteli ai vostri ospiti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Papa Francesco: non fede “cosmetica” ma carità concreta



La nostra è una vita cristiana di cosmesi, di apparenza, o una vita cristiana con la fede operosa nella carità? E’ l’esame di coscienza consigliato da Papa Francesco nell’omelia della messa del mattino celebrata a Casa Santa Marta, commentando il Vangelo di Matteo nel quale un fariseo si scandalizza perché Gesù non ha fatto le abluzioni prima di pranzo. E Gesù lo accusa di essere preoccupato dell’esterno, dell’apparenza, mentre l’interno “è pieno di avidità e cattiveria”

(Papa Francesco)
Gesù condanna questa spiritualità della cosmetica, apparire buoni, belli… Ma la verità di dentro è un’altra cosa! Gesù condanna le persone di buone maniere, ma cattive abitudini: quelle abitudini che non si vedon ...


Proverbi - Pensiero del giorno

Se ripensiamo alle mille ingiustizie, alla sciacallaggine di chi ricopre ruoli importanti e sfrutta gli altri in maniera cinica penso il seguente proverbio racchiuda bene una grande verita'.

«Quando il leone è vecchio diventa il giocattolo degli sciacalli (Iran)»

Tartufini con crema di nocciole

Tartufini con crema di nocciole

 
 
INGREDIENTI :
 200 g di wafer alla nocciola
 200 g di crema di nocciole
 q.b. di cacao amaro
 
 PREPARAZIONE :
 
 
Tritate i wafer nel frullatore
 
 
Aggiungete la Crema di nocciole e mescolate bene il composto che non deve risultare troppo "morbido".


 
 Con le mani bagnate prendere una noce del composto e formate delle palline che andrete poi a rigirare nel cacao amaro e inserite in pirottini di carta.
Tenete i tartufini in frigorifero qualche ora prima di servirli.
 
 
 
 
















Politica - Alluvione Genova, ditte scrissero a Renzi: “Sblocchi i lavori, rischiamo tragedia”


Rimandare e temporeggiare ancora espone la collettività al concreto rischio di riaccendere la tragedia del novembre 2011". Così, il 5 agosto, scrivevano a Palazzo Chigi le aziende che dovevano occuparsi della messa in sicurezza del Bisagno. 

Ecco la lettera, di seguito il link all'articolo del fatto quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/10/13/alluvione-genova-lettera-di-ditte-a-renzi-rimasta-nel-cassetto-sblocchi-lavori/1153769/




Travaglio - Puntata servizio pubblico 10 ottobre 2014



asdfasdf

Editoriale di Marco Travaglio, che menziona alcuni stralci della lettera che Renzi scrisse a Saviano il 2 marzo scorso: “Caro Roberto, quello che va aggredito, hai ragione, è la MafiaSpa, presente in ogni comparto economico e finanziario. Il fenomeno è favorito dalla consapevolezza dei mafiosi di non rischiare molto sul piano penale, anche perché nel nostro codice manca il reato di autoriciclaggio. Aggredire i patrimoni mafiosi può essere una delle grandi risposte del governo alla crisi”. Il condirettore del Fatto Quotidiano si sofferma quindi sull’assenza del reato di autoriciclaggio nella legge anticorruzione: “Immaginate un bel sacco pieno di miliardi. E’ lì, basta allungare la mano, prenderli e metterli nelle casse dello Stato. Li hanno nascosti in Svizzera tanti criminali per non pagare le tasse su ricchezze guadagnate lecitamente, ma anche per nascondere il bottino di delitti. La Svizzera non può più nasconderli nei caveau delle banche: ha firmato accordi internazionali sulla trasparenza per uscire dalla black list dei paradisi fiscali. Ora” – continua – “chiede ai correntisti delle banche di mettersi in regola con i loro stati, se no chiude i conti. E gli stati han subito fatto accordi con la Svizzera per far rientrare quei capitali: “voluntary disclosure”, svelamento volontario. Tutta Europa ha quel reato. Tranne l’Italia“. Travaglio prosegue: “Un mese fa, dopo un anno di discussioni alla Camera, sembrava fatta. La legge era pronta. Ci aveva lavorato anche il pm Francesco Greco. E Padoan aveva l’acquolina in bocca. Ma Ncd, FI e mezzo Pd si sono spaventati, e gli avvocati pure: per loro la parola autoriciclaggio è come l’aglio per i vampiri. Niente paura, è intervenuto Renzi: la legge non va bene, la riscriviamo da zero. E da chi l’ha fatta riscrivere? Dalla Boschi e dal suo nuovo tutor: Ghedini (forse Verdini era impegnato nei suoi vari processi). E’ il patto del Nazareno: le riforme si scrivono con Berlusconi. E quando una riesce bene, il governo ci fa subito un bel buco per sgonfiarla“. E spiega i limiti della nuova norma: “Non c’è autoriciclaggio se i soldi li hai fatti con un reato punito sotto i 5 anni. Così restano fuori truffa, appropriazione indebita, evasione fiscale: quelli tipici dei colletti bianchi. Ma così la legge è inutile. Preso col sorcio in bocca, il governo ha cambiato il testo: non importa il reato di partenza, se ricicli il bottino è sempre autoriciclaggio. Ma sulla toppa han subito praticato un altro bel forellino: se i soldi vengono da reati finanziari, la pena dell’autoriciclaggio è più bassa,la prescrizione più corta, e niente manette né intercettazioni. Così è difficilissimo scoprirlo e punirlo”. E aggiunge: “Han fatto un buco più grosso: l’autoriciclaggio non è punibile quando il denaro, i beni o altre utilità – udite udite – vengono destinati all’utilizzazione o al godimento personale. Di fronte al godimento, lo Stato si arrende. Chi siamo noi per impedire ai ladri di godere? Godete pure come ricci. Purché lo facciate personalmente. E’ un inno all’onanismo: nasce la pippa finanziaria

Fonte: http://tv.ilfattoquotidiano.it/servizio-pubblico/

Biscotti alla banana

Biscotti alla banana

 
Ingredienti:
 
300 gr farina 00;
3 banane mature;
latte q.b.;
2 cucchiai di olio evo;
60 gr zucchero di canna integrale;
1/2 bustina di lievito per dolci.
 
Procedimento:
 
Mettete nel bicchiere del frullatore ad immersione le banane tagliate a fettine ed il latte, quindi frullate fino ad ottenere un composto omogeneo.
 
 
Unite in una terrina farina, zucchero e lievito
 
Aggiungete il composto di banane e  unite anche l'olio e mescolate bene
 
L'impasto dovrà risultare omogeneo e morbido
 
Formate con le mani umide delle palline e ponetele su una teglia rivestita di carta forno
 
Infornate a 180 gradi per 15/20 minuti


Eventi - Morte in Padule: incontro con Claudio Biscarini

10_intestazionefmb.gif
   
  Morte in Padule: incontro con Claudio Biscarini
 
Sabato 18 ottobre alle ore 16,45, presso l'auditorium della Fondazione Montanelli Bassi a Fucecchio, per la serie 'un libro, un autore', sarà presentato il libro di Claudio Biscarini: "Morte in padule, 23 agosto 1944: analisi di una strage "(Edizioni Dell’Erba).
Interverranno Adriano Prosperi (Scuola Normale Superiore di Pisa) e Giuliano Lastraioli (Direttore Bullettino Storico Empolese).
In occasione del 70°anniversario della strage del Padule di Fucecchio, la ricerca di Claudio Biscarini porta alla luce numerose nuove testimonianze su uno dei più tragici episodi avvenuti in Toscana nel corso della seconda guerra mondiale.
Si allega l'invito (file pdf scaricabile al termine del comunicato).

10_Invito_biscarini_padule_2014.pdf
   
   
  Fondazione Montanelli Bassi
via G. di San Giorgio, 2
Casella Postale 190
50054 FUCECCHIO (Fi)
Tel e fax 0571 22627

Eventi - Rarità bibliografiche della Fondazione Montanelli Bassi

10_intestazionefmb.gif
 
Rarità bibliografiche della Fondazione Montanelli Bassi
Dalle ore 17 di giovedì 9 ottobre, e fino al 19 ottobre in orario di apertura della sede della Fondazione Montanelli Bassi, sarà allestita presso il Palazzo della Volta una piccola mostra intitolata “Manoscritti, libri antichi e rarità bibliografiche della Fondazione Montanelli Bassi”.  La manifestazione si svolge nell’ambito della Settimana della Cultura promossa dalla Regione Toscana e intende esporre al pubblico un campione dei diversi fondi conservati presso la Fondazione. Nell’occasione sarà anche presentata la raccolta dell’Illustrazione Italiana dal 1888 al 1946 donata alla Fondazione dal Circolo Sportivo Fucecchiese in seguito allo scioglimento dell’Associazione. L’importante collezione comprende 76 volumi rilegati e proviene dallo storico Circolo fucecchiese attivo fin dalla prima metà del Novecento.
   
   
  Fondazione Montanelli Bassi
via G. di San Giorgio, 2
Casella Postale 190
50054 FUCECCHIO (Fi)
Tel e fax 0571 22627

Budini di riso

Budini di riso

 

 
Ingredienti:
 
Per la frolla
 
200 gr farina 00
100 gr zucchero semolato
100 gr burro
3 tuorli
aroma di vaniglia
 
Per il ripieno
 
100 gr riso Roma
mezzo litro di latte
1 bustina di vanillina
4 cucchiai di zucchero semolato

 
 
 
 
Preparazione:
 
 
 
Iniziate preparando la frolla: lavorate gli ingredienti nel mixer fino a formare una palla che andrà avvolta nella pellicola e fatta riposare almeno mezz'ora in frigorifero.
 
Mettete a bollire il latte con una bustina di vanillina.
 
 
Portato a bollore aggiungete il riso e poi lo zucchero, mescolate con un mestolo di legno di tanto in tanto fino a che si sarà addensato (almeno 25 minuti) come una crema.
 
Lasciate riposare.
 
 
 
Rivestite con la frolla gli stampi da muffin e riempiteli con la crema di riso.
 
 
Infornate per 18/20 minuti a 180 gradi finché la frolla non risulterà dorata.
 
 
Lasciate raffreddare i budini e poi spolverateli con zucchero a velo


Servizio Pubblico Stagione 2 - Puntata 2: Travaglio vs Mastella


Marco Travaglio ripercorre la vicenda di De Magistris, dal 2005 in poi: nel 2005 l'ex Presidente di giunta della Calabria Chiaravalloti disse su De Magistris: lo dobbiamo ammazzare. De Magistris stava indagando sulle ruberie di miliardi pubblici per formazione professionale e depuratori.



Rovente polemica in studio tra Marco Travaglio e Clemente Mastella sul caso De Magistris. Mastella accusa: “Io mi dimisi, De Magistris no. È un problema suo. Che De Magistris sia stato condannato non me ne frega niente. Mi ha trattato come San Sebastiano: mi ha infilzato. Non è un eroe del bene. È uno che ha fatto una serie di cazzate. Secondo De Magistris ero iscritto alla loggia massonica di San Marino. Lui si è occupato di me dopo che io ho chiesto il suo trasferimento”. Travaglio replica a un Mastella contrariato: “Non sapremo mai se De Magistris era un bravo pm o meno: gli hanno scippato tre inchieste, che ha concluso un altro pm. De Magistris doveva finire le sue inchieste”

Salute - Tarme del cotone e della Lana

Ecco qualche utile articolo sulle tarme del cotone e della lana.

come prevenire le tarme:
http://www.disinfestanti.it/tarme.html

come creare un antitarme naturale:
 http://tuttopercasa.pianetadonna.it/come-creare-un-anti-tarme-naturale-42829.html#steps_1

descrizione e accorgimenti:
http://it.wikipedia.org/wiki/Tarma
http://it.wikihow.com/Liberarsi-delle-Tarme

Muffin di mais e farina di riso

Muffin di mais e farina di riso

 
 
Ingredienti:
 
 
 
100 gr di farina di mais per polenta istantanea;
50 gr di farina di riso;
70 gr di zucchero semolato;
2 uova;
2 cucchiai di olio di semi di girasole;
1 pizzico di sale;
1 bustina di lievito per dolci.
 
 
 
 
Procedimento:
 
 
 
Mescolate le due farine, lo zucchero ed il lievito in una ciotola. Unite le uova sbattute con l'olio ed un pizzico di sale e mescolate delicatamente.
 
 
 
Quindi riempite sei stampini per muffin per due terzi.
 
 
 
Infornate per 15-20 minuti finché i muffin risulteranno dorati e croccanti.


Medjugorie - Messaggi del 25 settembre e 2 ottore 2014



Ultimo Messaggio di Medjugorje, 2 ottobre 2014 [O]- Apparizione a Mirjana
^
"Cari figli, con materno amore vi prego: amatevi gli uni gli altri! Che nei vostri cuori sia come mio Figlio ha voluto fin dall’inizio: al primo posto l’amore verso il Padre Celeste e verso il vostro prossimo, al di sopra di tutto ciò che è di questa terra. Cari figli miei, non riconoscete i segni dei tempi? Non riconoscete che tutto quello che è intorno a voi, tutto quello che sta succedendo, accade perché non c’è amore? Comprendete che la salvezza è nei veri valori, accogliete la potenza del Padre Celeste, amatelo e rispettatelo. Camminate sulle orme di mio Figlio. Voi, figli miei, apostoli miei cari, voi vi radunate sempre di nuovo attorno a me perché siete assetati, siete assetati di pace, di amore e di felicità. Dissetatevi dalle mie mani! Le mie mani vi offrono mio Figlio, che è sorgente d’acqua pura. Egli rianimerà la vostra fede e purificherà i vostri cuori, perché mio Figlio ama con cuore puro ed i cuori puri amano mio Figlio. Solo i cuori puri sono umili e hanno una fede salda. Io vi chiedo cuori del genere, figli miei! Mio Figlio mi ha detto che io sono la Madre del mondo intero: prego voi, che mi accogliete come tale, che con la vostra vita, preghiera e sacrificio mi aiutiate affinché tutti i miei figli mi accolgano come Madre, perché io possa condurli alla sorgente d’acqua pura. Vi ringrazio! Cari figli miei, mentre i vostri pastori, con le loro mani benedette, vi offrono il corpo di mio Figlio, ringraziate sempre nel cuore mio Figlio per il suo sacrificio e per i pastori che vi dà sempre di nuovo. "
Ultimo Messaggio di Medjugorje, 25 settembre 2014 [O]
^
"Cari figli! Anche oggi vi invito perché anche voi siate come le stelle che con il loro splendore danno la luce e la bellezza agli altri affinché gioiscano. Figlioli, siate anche voi splendore, bellezza, gioia e pace e soprattutto preghiera per tutti coloro che sono lontani dal mio amore e dall’amore di mio Figlio Gesù. Figlioli, testimoniate la vostra fede e preghiera nella gioia, nella gioia della fede che è nei vostri cuori e pregate per la pace che è dono prezioso di Dio. Grazie per aver risposto alla mia chiamata. "