Eventi - Arcetri Febbraio 2017

Martedi 7 Febbraio 2017, ore 18.00
Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci  | Viale della Repubblica, 277 PRATO

Inizio, evoluzione e destino dell’Universo
La visione della Scienza

con Sperello di Serego Alighieri
astronomo, INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri

L’Universo per uno scienziato comprende tutto ciò che esiste e che ha senso studiare. Sappiamo che ha avuto un inizio circa 14 miliardi di anni fa e che è evoluto attraverso una serie di cambiamenti importanti, che fra l’altro hanno portato allo sviluppo della vita sulla Terra e probabilmente anche altrove. Ma cosa succederà all’Universo in futuro? Si può prevederne una fine, ben al di là del destino della vita? Ne parleremo con Sperello di Serego Alighieri, astrofisico e viaggiatore. Come il suo antenato Dante, ci condurrà in un viaggio estremo ai confini del conoscibile.
Sperello di Serego Alighieri lavora all’Osservatorio Astrofisico di Arcetri e Firenze e si occupa di galassie e cosmologia. Ha lavorato a lungo per l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) sia in Olanda che in Germania. Fra l’altro ha costruito il prototipo dello strumento che ha consentito all’ESA di partecipare al Telescopio Spaziale Hubble della NASA. La sua sete di conoscenza lo ha portato a viaggiare in moto da Perugia a Pechino, da Valparaiso a Ushuaia, da Guayaquil a Antofagasta. Recentemente si è occupato di astronomia nella Divina Commedia.
Incontri alla fine del mondo
Una serie di conferenze e di dibattiti che sviluppano i vari temi della mostra inaugurale La fine del mondo da una prospettiva scientifica, filosofica, letteraria: dalle teorie recentissime della fisica alla preistoria, dalla fantascienza all’ecologia e alla sostenibilità.
Ingresso gratuito

Martedi 7 Febbraio 2017, ore 21:15
Società Astronomica Fiorentina ONLUS
presso Liceo Scientifico Agnoletti  | Via A. Ragionieri, 47 SESTO FIORENTINO

Il Campo magnetico : un inquietante "potere occulto" nel cosmo

con Francesca Bacciotti
astronoma, INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Se ne parla poco, e non si osserva facilmente, ma il campo magnetico è spesso alla base di fenomeni spettacolari  che avvengono nei più diversi oggetti celesti, fenomeni che altrimenti non potrebbero avere una logica spiegazione.
Dalle macchie solari alle aurore boreali, dal collasso delle nubi per la formazione delle stelle alla generazione dei jets supersonici nel cuore delle galassie attive, il campo magnetico è un attore fondamentale, ma di natura elusiva e per certi aspetti misteriosa.
In questo intervento cercheremo di esplorare il ruolo del campo magnetico, che costituisce uno degli aspetti più complessi ed intriganti della Fisica cosmica.
Francesca Bacciotti  - Laureata in Fisica presso l'Università degli Studi di Firenze, ha conseguito il Dottorato di ricerca in Astronomia nella stessa università. Ha lavorato all'estero presso l'Osservatorio di Nizza e in Irlanda presso il Dublin Institute for Advanced Studies. Dal 2000 è ricercatore astronomo all' Osservatorio  Astrofisico di Arcetri (I.N.A.F.). La sua attività riguarda le proprietà del gas interstellare nell'ambito della formazione di nuove stelle.  Collabora alle attività di divulgazione scientifica.
Ingresso gratuito

ANTICIPAZIONE: torna Visione Notturna, una serie di spettacoli che combinano cinema, teatro e seminario accademico in un inedito esperimento di comunicazione scientifica

Venerdì 17 Febbraio 2017, ore 21
Cinema La Compagnia  |  Via Cavour 50r, FIRENZE

silent moon
con John Robert Brucato e gli attori del Teatro del Mantice

Debutto di silent moon ,  uno spettacolo dedicato al nostro satellite: la scienza della luna, le missioni lunari passate, presenti e future, la luna nell’immaginario popolare e in quello cinematografico, il tutto raccontato in un intreccio di linguaggi che svela sorprendenti corrispondenze fra cinema, teatro e scienza.   
 a cura di  INAF-Osservatorio Astrofisico di Arcetri,  Associazione Astronomica Amici di Arcetri e OpenLab-Università di Firenze in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e con il Teatro del Mantice
Ingresso : 6 euro intero e 5 euro ridotto

Proseguono le visite alla mostra

Astronomia e Fisica a Firenze
Dalla Specola ad Arcetri
Immagini, Documenti e Strumentazione

Museo "La Specola" | via Romana, 17 FIRENZE

La mostra Astronomia e Fisica a Firenze dalla Specola ad Arcetri ricostruisce, attraverso documenti, fotografie e strumenti, le tappe fondamentali delle due discipline scientifiche, dall’apertura al pubblico dell’Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale, nel 1775, alla vigilia del secondo conflitto mondiale.
Le cattedre di Astronomia e Fisica, stabilite presso il Museo negli anni Trenta dell’Ottocento, ebbero un ruolo determinante nella nascita dell’Istituto Superiore di Studi pratici di Perfezionamento, trasformato nel 1924 in Università.
Il percorso espositivo nel Museo “La Specola” si articola in tre sezioni che comprendono due splendidi monumenti di gusto neoclassico fondamentali per la storia dell’Astronomia e della Fisica a Firenze: la Tribuna di Galileo e il Torrino della Specola.
La mostra, curata da Fausto Barbagli, Simone Bianchi, Roberto Casalbuoni, Daniele Dominici, Massimo Mazzoni, Giuseppe Pelosi è organizzata dal Museo di Storia Naturale, dal Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università degli Studi di Firenze e da INAF– Osservatorio Astrofisico di Arcetri, in collaborazione l’Archivio Storico del Comune di Firenze, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, la Biblioteca di Scienze dell’Università di Firenze, il Museo Galileo, l’Istituto Nazionale di Ottica e Pianeta Galileo.
INFO E ORARI:
La mostra è aperta fino 19 marzo 2017 e visitabile dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 16.30.
I luoghi della mostra
    Tribuna di Galileo: L’Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale e le prime osservazioni astronomiche
    1° piano – ingresso libero
     Collezione Zoologica/Corridoio Mostre Temporanee: La Fisica dalla Specola ad Arcetri
    2° piano: ingresso € 6/3
     Torrino: La Strumentazione astronomica: visite guidate: ore 11; 12.30; 15. La visita è inclusa nel biglietto di ingresso.
    Max 25 p. I gruppi si formano alla biglietteria del 2° piano. Non è richiesta la prenotazione.
    Info: 055 2756444 - Museo di Storia Naturale, FIRENZE

Marco Travaglio a Otto e Mezzo: "Virginia Raggi indagata" (24.01.2017)

Vernacoliere - Febbario 2017


Per abbonarsi:


Febbraio 2017

Febbraio 2017

Ambiente - Artico e l'evoluzione dell'estensione dei ghiacchi negli ultimi decenni

Che le temperature mondiali siani in costante e vertiginosa crescita è facilmente riscontrabile personalmente ed informandosi sul web/scientificamente.

Metto questa foto che confronta il ghiaccio dell'artico del 1983 a settembre e lo stesso giorno durante il 2013.

L'effetto visivo e' semplice e diretto.

Su internet si possono trovare confronti anche rispetto al 2016.

C'è poco da aggiungere ma, essendo il clima un sistema caotico, è allarmante non la modifica del clima ma la sua velocita'.



Di segutio l'evoluzione del ghiaccio artico a settembre dal 1935 al 2015.

La foto precedente da un idea del Concetto.



http://neven1.typepad.com/blog/history/

Le seguenti due foto dicono tutto mi pare:

arctic hockey stick



Fonte:

https://www.skepticalscience.com/past-Arctic-sea-ice-extent.htm

Eventi - Arcetri gennaio 2017


INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Giorno della Memoria

Venerdì 27 gennaio 2017 ore 21
Biblioteca
Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Sotto lo stesso cielo:
gli astronomi italiani, le leggi razziali, la musica del pianoforte di Einstein

Interventi di
Antonella Gasperini e Agnese Mandrino
Istituto Nazionale di Astrofisica
Antonella Gasperini è responsabile del Servizio Biblioteche dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e membro del gruppo di lavoro nazionale sulla tutela e valorizzazione del patrimonio storico dell’INAF.  Collabora inoltre con le attività di diffusione della cultura scientifica e di valorizzazione del patrimonio storico dell’Osservatorio Astrofisico di Arcetri.
Agnese Mandrino è responsabile dell'Archivio storico e della Biblioteca dell'Osservatorio Astronomico di Brera a Milano. Coordina il progetto "Specola 2000" per il riordino e la valorizzazione degli archivi storici degli Osservatori.
Musiche per pianoforte e violoncello
eseguite e commentate da
Giovanni del Vecchio e Fernando Scarselli
PROGRAMMA
M. Bruch (1838-1920)    Kol Nidrei, Adagio op. 47 (1881)
J. Williams (1932)          Tema dal film Schindler's List (1993)
D. Marianelli (1963)       Suite dal film Espiazione (Atonement) (200
7)
Giovanni del Vecchio
Pianista, si è diplomato diciottenne col massimo dei voti e la lode presso l’Istituto “Boccherini” di Lucca sotto la guida di Rossana Bottai. Si è quindi perfezionato seguendo numerosi corsi di musica da camera presso la Scuola di musica di Fiesole con Dario De Rosa, Maureen Jones, Amedeo Baldovino e Renato Zanettovich; ha studiato Composizione con Gaetano Giani Luporini. Attualmente è titolare della cattedra di Lettura della Partitura presso il Conservatorio “Cherubini” di Firenze e tiene concerti come pianista, direttore di coro e direttore d'orchestra.
Fernando Scarselli
Violoncellista, si è diplomato nel 1987 presso il conservatorio di musica “L. Cherubini” di Firenze con il massimo dei voti, sotto la guida del M° Settimio Guadagni. Ha collaborato con l’orchestra del Maggio musicale fiorentino e dal 1988 al 1994 è stato violoncellista stabile presso il Teatro San Carlo di Napoli. Professore di violoncello presso il conservatorio di musica di Potenza, svolge un'attività concertistica in svariate formazioni ed ha effettuato tournées in Francia ed Austria.
Prenotazione:
biblio@arcetri.astro.it , tel.: 055-2752321
Ingresso: Via del Pian dei Giullari, 16 Firenze

Dalla Specola ad Arcetri
Immagini, Documenti e Strumentazione

La mostra Astronomia e Fisica a Firenze dalla Specola ad Arcetri ricostruisce, attraverso documenti, fotografie e strumenti, le tappe fondamentali delle due discipline scientifiche, dall’apertura al pubblico dell’Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale, nel 1775, alla vigilia del secondo conflitto mondiale. Le cattedre di Astronomia e Fisica, stabilite presso il Museo negli anni Trenta dell’Ottocento, ebbero un ruolo determinante nella nascita dell’Istituto Superiore di Studi pratici di Perfezionamento, trasformato nel 1924 in Università.
Il percorso espositivo nel Museo “La Specola” si articola in tre sezioni che comprendono due splendidi monumenti di gusto neoclassico fondamentali per la storia dell’Astronomia e della Fisica a Firenze: la Tribuna di Galileo e il Torrino della Specola.
La mostra, curata da Fausto Barbagli, Simone Bianchi, Roberto Casalbuoni, Daniele Dominici, Massimo Mazzoni, Giuseppe Pelosi è organizzata dal Museo di Storia Naturale, dall'INAF–Osservatorio Astrofisico di Arcetri, dal Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università degli Studi di Firenze, in collaborazione con  l’Archivio Storico del Comune di Firenze, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, la Biblioteca di Scienze dell’Università di Firenze, il Museo Galileo, l’Istituto Nazionale di Ottica e Pianeta Galileo.
INFO E ORARI:
La mostra è aperta fino al 19 marzo 2017 e visitabile dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 16.30.
Chiusura mostra: lunedì
Ingresso: Museo ‘La Specola’, via Romana, 17 - FIRENZE
I luoghi della mostra
Tribuna di Galileo: L’Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale e le prime osservazioni astronomiche
 1° piano – ingresso libero
Collezione Zoologica/Corridoio Mostre Temporanee: La Fisica dalla Specola ad Arcetri
  2° piano: ingresso € 6/3
Torrino: La Strumentazione astronomica: visite guidate: ore 11; 12.30; 15. La visita è inclusa nel biglietto di ingresso.
  
Max 25 p. I gruppi si formano alla biglietteria del 2° piano. Non è richiesta la prenotazione.

L'INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri partecipa al progetto di potenziemento dell'Astronomia all'I.S.I.S  Gobetti-Volta di Bagno a Ripoli (FI)

A partire dall’A.S. 2017/2018, l’I.S.I.S. Gobetti – Volta offirirà a tutti I nuovi studenti iscritti al Liceo Scientifico indirizzo Ordinario la possibilità di aderire al progetto di “Potenziamento di Astronomia”,che prevede l’istituzione della materia curricolare “Astronomia”, aggiungendo organicamente due ore settimanali di lezione al quadro orario dell’intero piano di studi (dal primo al quinto anno).
Il corso avrà carattere interdisciplinare, trattando la materia nei suoi vari aspetti culturali (scientifici, letterari, storico – filosofici), e sarà tenuto da docenti della scuola con il supporto didattico, tecnico e organizzativo dei docenti e dei ricercatori dell’INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri e del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Firenze.
Maggiori informazioni sul progetto su l'opuscolo informativo
INFO: I.S.I.S. Gobetti Volta, Via Roma 77a Bagno a Ripoli, FI
tel. 055/630087
info@gobettivolta.gov.it
www.gobettivolta.gov.it

On line Libri di Astronomia per bambini e ragazzi 2016

LIBRI DI ASTRONOMIA PER BAMBINI E RAGAZZI  è uno strumento di reference a disposizione di chi desidera avere a portata di mano la produzione editoriale italiana di astronomia per bambini e ragazzi.
Scaricabile in pdf, la bibliografia è accessibile dal 2006 e viene compilata annualmente dalla Biblioteca dell'INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri.

Marco Travaglio a Otto e Mezzo: L'Italia delle emergenze (18.01.2017))

Aforisma sulle battaglie

---- 
Aforisma del 14 gennaio di Wikiquote
// Wikiquote

Chi in cento battaglie riporta cento vittorie, non è il più abile in assoluto; al contrario, chi non dà nemmeno battaglia, e sottomette le truppe dell'avversario, è il più abile in assoluto.
David face.png Sūnzǐ

---- 

Fondazione Montanelli - Incontri di Storia Toscana 2017 21 gennaio alle ore 17

10_intestazionefmb.gif
  
 Incontri di Storia Toscana 2017
 Ricordiamo a tutti gli interessati che sabato prossimo 21 gennaio alle ore 17 presso la fondazione Montanelli Bassi si apre il XXII ciclo di “Incontri di storia Toscana”, in collaborazione con il Comune di Fucecchio, dedicato quest’anno al tema “La formazione della Toscana moderna e il primato di Firenze nel primo Quattrocento”.
Il primo dei quattro incontri ha per tema “Il governo della città e la cultura della classe dirigente fiorentina nella prima metà del Quattrocento”. Ne parlerà il prof. Lorenzo Tanzini (Università di Cagliari).
Il programma completo può essere consultato sul sito www.fondazionemontanelli.it
  
  
 Fondazione Montanelli Bassi
via G. di San Giorgio, 2
Casella Postale 190
50054 FUCECCHIO (Fi)

AMICO146354626 - Presenta un amico Trenitalia codice sconto 10 Euro


In questi giorni ho scoperto che, se qualcuno si iscrive a www.trenitalia.com ed utilizza il seguente codice per iscriversi utilizzando il Codice Amico per acquistare un biglietto per le frecce, avra' diritto ad uno sconto (valido solo per il primo acquisto di 10 Euro)

Il tuo Codice Amico AMICO146354626

Musica - Stevie Ray Vaughan un grandissimo chitarrista

Mi è stato segnalato questo chitarrista e mi sento dall'articolo di wikipedia, di estrapolare qualche trafiletto e video:

Stephen "Stevie" Ray Vaughan (Dallas3 ottobre 1954 – East Troy27 agosto 1990) è stato un chitarristacantante e compositorestatunitense.
È stato uno dei più grandi esponenti della chitarra blues statunitense. Benché durante la sua breve vita abbia pubblicato solo quattro album in studio e uno live, è noto come uno dei musicisti più dotati e influenti del suo genere. Nel 2011, la rivista Rolling Stone lo mette al 12º posto nella Lista dei 100 migliori chitarristi[2] e Classic Rock Magazine lo mette al 3º posto nella lista dei 100 Wildest Guitar Heroes nel 2007.

Il caratteristico stile di Stevie Ray Vaughan è spesso paragonato a quello di Jimi Hendrix, dal quale Vaughan ha, per sua stessa ammissione, tratto grande ispirazione, come dimostrato dalle numerose canzoni di Hendrix riproposte dall'artista.

Una particolarità del suono di Vaughan derivava dall'uso di corde di dimensioni molto superiori alla norma, di scalatura 0.13 e talvolta 0.14, fino ad arrivare a scalature estreme come la 0.17/0.70.[6] Renè Martinez, liutaio e tecnico di fiducia di Stevie Ray Vaughan, lo convinse ad abbandonare queste corde in favore di altre di dimensioni più convenzionali per evitare danni alle dita.
Per ovviare a questi inconvenienti, Vaughan ricopriva i polpastrelli di colla Superglue, usata anche dai soldati americani in Vietnam per chiudere in emergenza le ferite in attesa di soccorsi

Eventi - Parco delle Sculture del Chianti

Durante delle chiaccherate lavorative mi è arrivata questa notizia curiosa che non sapevo e per questo procedo a pubblicarla.

Il Parco Sculture del Chianti, Il parco è nato in seguito all'idea ed al duro lavoro di Piero e Rosalba Giadrossi, realizzato su 7 ettari di bosco.

Trattasi di arte moderna che a me piace poco ma penso sia utile condividere la notizia.

Gli artisti delle opere d'arte - provenienti da oltre 26 paesi del mondo - furono invitati al parco per potersi ispirare all'ambiente che avrebbe ospitato i loro capolavori, e proporre le loro idee. 

L'itinerario all'interno del parco non è molto lungo, circa 1 km su un sentiero all'interno del bosco. 

All'interno del parco si trovano anche due aree pic-nic.

Il parco è aperto tutti i giorni dalle 10 di mattina al tramonto.

Ecco qualche foto e la mappa.

Orario d'apertura:
Tutti i giorni dalle ore 10:00 al tramonto Da novembre a marzo si consiglia di telefonare prima della visita: 0039 0577 35 71 51

Visita al Parco:
€ 10.00 adulti, € 5.00 ragazzi fino a 16 anni.

Visita guidata:
Prenotazione obbligatoria. La guida è gratuita per gruppi di almeno 12 persone, per gruppi più piccoli il prezzo è € 25.00

Concerti:
€ 10.00 adulti, € 7.50 ragazzi fino 16 anni.

Visita al Parco + Concerto:
€ 15.00 adulti, € 10.00 ragazzi fino a 16 anni.




Contemporary Art 17

Contemporary Art 24