Religione - Garabandal: solo Dio lo sa

 <iframe width="560" height="315" src="https://www.youtube.com/embed/xJfL1lQ6Cys" frameborder="0" allow="accelerometer; autoplay; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture" allowfullscreen></iframe>


https://www.filmgarabandal.com/it/film/scheda-tecnica

Cucina - Il peperoncino

 Appunto un interessante articolo sul peperoncino:

https://informatorecoopfi.it/argomenti/natura/come-coltivare-il-peperoncino/


Metto in evidenza questo trafiletto:


"... Una volta raccolti, essiccarli è semplice e divertente; con ago e filo si prepara una bella collana, e si pone dove preferiamo: sole, ombra, o anche in casa, in un luogo fresco e asciutto. Si conservano bene in vasetti chiusi e possiamo anche macinarli con tutti i loro semi. ..."

Filosofia - Gandalf Vita e morte spiegata a Frodo "Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell'Anello"

 Proprio in questi giorni mi e' ritornato alla mente il seguente dialogo del "Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell'Anello"

Con questo articolo voglio commentare, alla fine, quanto qui indicato:

Gandalf spiega che "...molti di quelli che vivono meritano la morte, e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Tu sei in grado di valutare, Frodo? Non essere troppo ansioso di elargire morte e giudizi; anche i più saggi non conoscono tutti gli esiti."

Di seguito il dialogo completo

F: ..C’è qualcosa laggiù!

G: E’ Gollum.

F: Gollum?

G: Sono tre giorni che ci segue.

F: E’ fuggito dai sotterranei di Barad-dur?

G: Fuggito, o lasciato andare. Lui odia e ama l’anello, proprio come odia e ama se stesso, non si libererà mai del bisogno di averlo.

F: Che peccato che Bilbo non l’abbia ucciso quando poteva.

G: Peccato? È stata la pena che gli ha fermato la mano. Molti di quelli che vivono meritano la morte e molti di quelli che muoiono meritano la vita. Tu sei in grado di valutare Frodo? Non essere troppo ansioso di elargire morte e giudizi. Anche i più saggi non conoscono tutti gli esiti. Il mio cuore mi dice che Gollum ha ancora una parte da recitare nel bene o nel male, prima che la storia finisca. La pietà di Bilbo può decidere il destino di molti.

F: Vorrei che l’anello non fosse mai venuto da me. Vorrei che non fosse accaduto nulla.

G: Vale per tutti quelli che vivono in tempi come questi ma non spetta a loro decidere. Possiamo soltanto decidere cosa fare con il tempo che ci viene concesso. Ci sono altre forze che agiscono in questo mondo Frodo apparte la volontà del male. Bilbo era destinato a trovare l’anello. Nel qual caso anche tu eri destinato ad averlo, e questo è un pensiero Incoraggiante..”.

di seguito il filmato:



<=====================>

Quanto qui detto:

"...Il mio cuore mi dice che Gollum ha ancora una parte da recitare nel bene o nel male, prima che la storia finisca. La pietà di Bilbo può decidere il destino di molti...."

Trova poi compimento nel prosieguo del film quando Frodo, sopraffatto dalla forza dell'anello decide di non distruggerlo... Proprio in quel momento Smigol lo attacca per prendere l'anello.

Questo attacco improvviso ridesta in Frodo la consapevolezza di quale sia il suo fine primo (distruggere l'anello) e si riprendera' e riuscira' a distruggerlo... 

Questo conferma quanto detto da Gandalf "... Smigol ha ancora un ruolo da compiere nel bene o nel male...".

Se dunque Smigol fosse morto molto probabilmente Frodo non avrebbe portato a compimento il suo compito.

Si possono prendere spunti anche per altri casi della vita normale, in modo da non essere portati, troppo avventatamente, a dare giudizi lapidari verso le persone negative e non (di morte o vita che sia). 

Il famoso concetto a me molto caro di "lungo termine" :-) 


Montanelli - Difendete l'italiano

Indro Montanelli scrisse sul Corriere della Sera il 18 giugno del 2001 (La stanza di Montanelli), poco più di un mese prima di morire:

"...L’inglese viene strapazzato dovunque: in una canzonetta e sullo schermo di un computer, in televisione e negli alberghi del mondo. Ma resta asciutto e comprensibile. A certi livelli infimi non è più una lingua, ma una sorta di «codice ausiliario di comunicazione». … Tento di riassumere la mia opinione in una triplice raccomandazione. Imparate l’inglese: serve a parlare col mondo (e a capirlo, cosa ancora più importante). Studiate il francese e il tedesco: servono a comprendere l’Europa. E difendete l’italiano: serve a ricordarci chi siamo e da dove veniamo. E Dio sa quanto ce ne sia bisogno. ..."

Tratto da:

http://www.fondazionemontanelli.it/sito/pagina.php?IDarticolo=441&KNL=71706&NNL=29102&CNL=10



Cultura - Noril'sk

Noril'sk è classificata come uno dei 10 luoghi più inquinati del mondo e l'impianto industriale cittadino della NorNickel è, singolarmente, il più inquinante al mondo.

E' la seconda città al mondo per popolazione oltre il Circolo Polare Artico (dopo Murmansk).


Dal territorio della città provengono il 35% del palladio, il 25% di platino, il 20% di nichel ed il 10% del cobalto utilizzati nel mondo. Tutto questo ha fatto sì che la città sia stata, e sia ancora, una delle più inquinate della Terra. 

Interessante questo articolo:

https://www.panorama.it/news/norilsk-russia-la-citta-cassaforte

Da cui estrapolo questo trafiletto:

 "....Se le sanzioni occidentali contro la Russia avessero colpito questi metalli, molti oggetti che usiamo tutti i giorni sarebbero scomparsi. Perché la loro vita inizia a Norilsk, dove sono ammessi solo quelli che ci nascono e pochi altri controllatissimi casi straordinari.
Dalle fedi nuziali alle corde della chitarra, dagli schermi Lcd agli smartphone, dai veicoli a motore sino alla Iss, la Stazione spaziale internazionale. Uno dopo l'altro si smaterializzerebbero senza il lavoro di questa parte di mondo ghiacciato.
Treni elettrici, microscopi, pannelli solari, laptop e fotocellule hanno fatto la differenza in questi anni; hanno reso la nostra vita più veloce, ma non potrebbero esistere senza nickel o palladio, rame o platino, iridio o cobalto. E ancora oro, argento e i non metalli selenio e tellurio. Per chi a scuola non era forte in chimica,la soluzione è Larisa Zelkova. La vocecarezzevole della vicepresidente senior di NorNickel incanta persino chi sa della tavola di Mendeleev solo per sentito dire.
«Può gridarlo forte: NorNickel è seduta su un'enorme ricchezza, perché miniere così abbondanti altrove non esistono» esordisce.
«Noi siamo il principale produttore al mondo di palladio (con una fetta del 39 per cento). Con il palladio, nichel (14 per cento) e rame sono i nostri metalli di punta. Ad esempio, il suo iPhone contiene tutti i nostri metalli» spiega con la verve della prof che chiunque  ...."