Cucina - Alternativa alla Nutella

Menziono un prodotto alternativo alla Nutella, devo provarlo ma, da feedback avuti, merita almeno provarla.

Realizzata con ingredienti biologici selezionati e certificati di alta qualità.
la sua composizione, rigorosamente biologica, non è sottoposta a processi chimici, non contiene additivi, né coloranti, né aromi artificiali.
ricetta che prevede il solo utilizzo di nocciole Tonda Romana, delle migliori varietà di cacao e burro di cacao, di zucchero di canna, di latte scremato in polvere, di olio di girasole spremuto a freddo e di estratto naturale di vaniglia Bourbon.
non contiene olio di palma e grassi idrogenati, né aromi, conservanti e coloranti. 

http://www.nocciolata.com/nocciolata/

Cucina - Riso soffiato e cioccolato per delle barrette fatte in casa

Interessante e semplice ricetta per fare in casa delle barrette di riso soffiato e cioccolato bianco.

Decisamente con meno additivi ed economicamente vantaggioso.

Il concetto è sciogliere con un po' di burro della cioccolata bianca con del riso soffiato, lasciarlo a raffreddare una volta steso e pronto per essere mangiato.

http://www.gustoblog.it/post/194616/barrette-riso-soffiato-cioccolato-bianco-merenda-bambini

Orologio dell'Apocalisse

Da Wikipedia copio ed incollo:

https://it.wikipedia.org/wiki/Orologio_dell'apocalisse

Orologio dell'apocalisse (Doomsday Clock in inglese) è una iniziativa ideata dagli scienziati del Bulletin of the Atomic Scientists dell'Università di Chicago nel 1947 che consiste in un orologio metaforico che misura il pericolo di una ipotetica fine del mondo a cui l'umanità è sottoposta.
Il pericolo viene quantificato tramite la metafora di un orologio simbolico la cui mezzanotte simboleggia la fine del mondo mentre i minuti precedenti rappresentano la distanza ipotetica da tale evento. Originariamente la mezzanotte rappresentava unicamente la guerra atomica, mentre dal 2007 considera qualsiasi evento che può infliggere danni irrevocabili all'umanità (come ad esempio i cambiamenti climatici).[1]
Al momento della sua creazione, durante la guerra fredda, l'orologio fu impostato a sette minuti dalla mezzanotte; da allora, le lancette sono state spostate 21 volte. La massima vicinanza alla mezzanotte (due minuti) è stata raggiunta nel 1953, dopo i test di armi termonucleari da parte di USA e URSS, e mantenuta fino al 1960; la massima lontananza è stata di 17 minuti, tra il 1991 (trattati START) e il 1995.[2]


Al momento è stato spostato da 2 minuti e mezzo alla mezzonatte a soli due minuti per questo motivo.

“forte aumento del nazionalismo nel mondo, dalle dichiarazioni del presidente Donald Trump sulle armi nucleari, dal riscaldamento climatico, dal deterioramento della sicurezza mondiale in un contesto di tecnologie sempre più sofisticate così come di una crescente ignoranza delle competenze scientifiche“.

Eventi - Arcetri Febbraio 2017

Martedi 7 Febbraio 2017, ore 18.00
Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci  | Viale della Repubblica, 277 PRATO

Inizio, evoluzione e destino dell’Universo
La visione della Scienza

con Sperello di Serego Alighieri
astronomo, INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri

L’Universo per uno scienziato comprende tutto ciò che esiste e che ha senso studiare. Sappiamo che ha avuto un inizio circa 14 miliardi di anni fa e che è evoluto attraverso una serie di cambiamenti importanti, che fra l’altro hanno portato allo sviluppo della vita sulla Terra e probabilmente anche altrove. Ma cosa succederà all’Universo in futuro? Si può prevederne una fine, ben al di là del destino della vita? Ne parleremo con Sperello di Serego Alighieri, astrofisico e viaggiatore. Come il suo antenato Dante, ci condurrà in un viaggio estremo ai confini del conoscibile.
Sperello di Serego Alighieri lavora all’Osservatorio Astrofisico di Arcetri e Firenze e si occupa di galassie e cosmologia. Ha lavorato a lungo per l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) sia in Olanda che in Germania. Fra l’altro ha costruito il prototipo dello strumento che ha consentito all’ESA di partecipare al Telescopio Spaziale Hubble della NASA. La sua sete di conoscenza lo ha portato a viaggiare in moto da Perugia a Pechino, da Valparaiso a Ushuaia, da Guayaquil a Antofagasta. Recentemente si è occupato di astronomia nella Divina Commedia.
Incontri alla fine del mondo
Una serie di conferenze e di dibattiti che sviluppano i vari temi della mostra inaugurale La fine del mondo da una prospettiva scientifica, filosofica, letteraria: dalle teorie recentissime della fisica alla preistoria, dalla fantascienza all’ecologia e alla sostenibilità.
Ingresso gratuito

Martedi 7 Febbraio 2017, ore 21:15
Società Astronomica Fiorentina ONLUS
presso Liceo Scientifico Agnoletti  | Via A. Ragionieri, 47 SESTO FIORENTINO

Il Campo magnetico : un inquietante "potere occulto" nel cosmo

con Francesca Bacciotti
astronoma, INAF Osservatorio Astrofisico di Arcetri

Se ne parla poco, e non si osserva facilmente, ma il campo magnetico è spesso alla base di fenomeni spettacolari  che avvengono nei più diversi oggetti celesti, fenomeni che altrimenti non potrebbero avere una logica spiegazione.
Dalle macchie solari alle aurore boreali, dal collasso delle nubi per la formazione delle stelle alla generazione dei jets supersonici nel cuore delle galassie attive, il campo magnetico è un attore fondamentale, ma di natura elusiva e per certi aspetti misteriosa.
In questo intervento cercheremo di esplorare il ruolo del campo magnetico, che costituisce uno degli aspetti più complessi ed intriganti della Fisica cosmica.
Francesca Bacciotti  - Laureata in Fisica presso l'Università degli Studi di Firenze, ha conseguito il Dottorato di ricerca in Astronomia nella stessa università. Ha lavorato all'estero presso l'Osservatorio di Nizza e in Irlanda presso il Dublin Institute for Advanced Studies. Dal 2000 è ricercatore astronomo all' Osservatorio  Astrofisico di Arcetri (I.N.A.F.). La sua attività riguarda le proprietà del gas interstellare nell'ambito della formazione di nuove stelle.  Collabora alle attività di divulgazione scientifica.
Ingresso gratuito

ANTICIPAZIONE: torna Visione Notturna, una serie di spettacoli che combinano cinema, teatro e seminario accademico in un inedito esperimento di comunicazione scientifica

Venerdì 17 Febbraio 2017, ore 21
Cinema La Compagnia  |  Via Cavour 50r, FIRENZE

silent moon
con John Robert Brucato e gli attori del Teatro del Mantice

Debutto di silent moon ,  uno spettacolo dedicato al nostro satellite: la scienza della luna, le missioni lunari passate, presenti e future, la luna nell’immaginario popolare e in quello cinematografico, il tutto raccontato in un intreccio di linguaggi che svela sorprendenti corrispondenze fra cinema, teatro e scienza.   
 a cura di  INAF-Osservatorio Astrofisico di Arcetri,  Associazione Astronomica Amici di Arcetri e OpenLab-Università di Firenze in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e con il Teatro del Mantice
Ingresso : 6 euro intero e 5 euro ridotto

Proseguono le visite alla mostra

Astronomia e Fisica a Firenze
Dalla Specola ad Arcetri
Immagini, Documenti e Strumentazione

Museo "La Specola" | via Romana, 17 FIRENZE

La mostra Astronomia e Fisica a Firenze dalla Specola ad Arcetri ricostruisce, attraverso documenti, fotografie e strumenti, le tappe fondamentali delle due discipline scientifiche, dall’apertura al pubblico dell’Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale, nel 1775, alla vigilia del secondo conflitto mondiale.
Le cattedre di Astronomia e Fisica, stabilite presso il Museo negli anni Trenta dell’Ottocento, ebbero un ruolo determinante nella nascita dell’Istituto Superiore di Studi pratici di Perfezionamento, trasformato nel 1924 in Università.
Il percorso espositivo nel Museo “La Specola” si articola in tre sezioni che comprendono due splendidi monumenti di gusto neoclassico fondamentali per la storia dell’Astronomia e della Fisica a Firenze: la Tribuna di Galileo e il Torrino della Specola.
La mostra, curata da Fausto Barbagli, Simone Bianchi, Roberto Casalbuoni, Daniele Dominici, Massimo Mazzoni, Giuseppe Pelosi è organizzata dal Museo di Storia Naturale, dal Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università degli Studi di Firenze e da INAF– Osservatorio Astrofisico di Arcetri, in collaborazione l’Archivio Storico del Comune di Firenze, l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, la Biblioteca di Scienze dell’Università di Firenze, il Museo Galileo, l’Istituto Nazionale di Ottica e Pianeta Galileo.
INFO E ORARI:
La mostra è aperta fino 19 marzo 2017 e visitabile dal martedì alla domenica dalle 9.30 alle 16.30.
I luoghi della mostra
    Tribuna di Galileo: L’Imperiale e Reale Museo di Fisica e Storia Naturale e le prime osservazioni astronomiche
    1° piano – ingresso libero
     Collezione Zoologica/Corridoio Mostre Temporanee: La Fisica dalla Specola ad Arcetri
    2° piano: ingresso € 6/3
     Torrino: La Strumentazione astronomica: visite guidate: ore 11; 12.30; 15. La visita è inclusa nel biglietto di ingresso.
    Max 25 p. I gruppi si formano alla biglietteria del 2° piano. Non è richiesta la prenotazione.
    Info: 055 2756444 - Museo di Storia Naturale, FIRENZE

Marco Travaglio a Otto e Mezzo: "Virginia Raggi indagata" (24.01.2017)

Vernacoliere - Febbario 2017


Per abbonarsi:


Febbraio 2017

Febbraio 2017

Ambiente - Artico e l'evoluzione dell'estensione dei ghiacchi negli ultimi decenni

Che le temperature mondiali siani in costante e vertiginosa crescita è facilmente riscontrabile personalmente ed informandosi sul web/scientificamente.

Metto questa foto che confronta il ghiaccio dell'artico del 1983 a settembre e lo stesso giorno durante il 2013.

L'effetto visivo e' semplice e diretto.

Su internet si possono trovare confronti anche rispetto al 2016.

C'è poco da aggiungere ma, essendo il clima un sistema caotico, è allarmante non la modifica del clima ma la sua velocita'.



Di segutio l'evoluzione del ghiaccio artico a settembre dal 1935 al 2015.

La foto precedente da un idea del Concetto.



http://neven1.typepad.com/blog/history/

Le seguenti due foto dicono tutto mi pare:

arctic hockey stick



Fonte:

https://www.skepticalscience.com/past-Arctic-sea-ice-extent.htm